Criptovalute news: coinstore sbarca in India, ma il governo prepara una stretta sulle monete digitali

Criptovalute news: coinstore sbarca in India, ma il governo prepara una stretta sulle monete digitali

Il cambio di valuta virtuale Coinstore con sede a Singapore ha iniziato le operazioni in India in un momento in cui il governo indiano sta preparando una legislazione per vietare efficacemente la maggior parte delle criptovalute private.

 

Coinstore ha lanciato la sua piattaforma web e app e pianifica filiali a Bangalore, Nuova Delhi e Mumbai che fungeranno da base in India per l’espansione futura, ha affermato il suo management.

 

 

“Con quasi un quarto dei nostri utenti attivi totali provenienti dall’India, per noi aveva senso espanderci nel mercato”, ha detto a Reuters Charles Tan, capo del marketing di Coinstore.

 

Alla domanda sul motivo per cui Coinstore stava lanciando l’India nonostante l’imminente giro di vite sulle criptovalute, Tan ha dichiarato: “Ci sono state infrazioni politiche, ma speriamo che le cose siano positive e siamo ottimisti sul fatto che il governo indiano uscirà con un quadro sano per le criptovalute. .”

 

 

Il governo di Nuova Delhi sta pianificando di scoraggiare il commercio di criptovalute imponendo forti plusvalenze e altre tasse, hanno detto due fonti a Reuters all’inizio di questo mese.

 

Ha affermato che consentirà solo a determinate criptovalute di promuovere la tecnologia sottostante e i suoi usi, secondo un’agenda legislativa per la sessione invernale che inizierà alla fine di questo mese.

 

 

Tan ha affermato che Coinstore prevede di assumere circa 100 dipendenti in India e di spendere 20 milioni di dollari per il marketing, l’assunzione e lo sviluppo di prodotti e servizi legati alle criptovalute per il mercato indiano.

 

Coinstore è il secondo exchange globale ad entrare in India negli ultimi mesi, seguendo le orme di CrossTower che ha lanciato la sua unità locale a settembre.

Il prezzo della più grande criptovaluta del mondo, Bitcoin, è più che raddoppiato dall’inizio di quest’anno, attirando orde di investitori indiani.

 

Le stime del settore suggeriscono che ci sono da 15 a 20 milioni di investitori in criptovalute in India, con un totale di partecipazioni in criptovalute di circa 400 miliardi di rupie (5,33 miliardi di dollari).

 

 

Coinstore prevede inoltre di espandersi in Giappone, Corea, Indonesia e Vietnam, secondo Tan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *