Criptovalute: continuerà la discesa di prezzo?

Criptovalute: continuerà la discesa di prezzo?

La discesa delle criptovalute non accenna a diminuire. Nell’ultimo periodo Bitcoin è passato dal valore di circa 60 mila dollari, che rappresenta il massimo storico, nel giro di pochi mesi, a 30 mila dollari dimezzando la  quotazione. Nelle  ultime ore una proposta dall’ unione europea è quella di creare l’euro digitale, che possa andare contro sia a Bitcoin che alle criptovalute in generale. Anche il Giappone non è più sostenitore delle criptovalute, infatti dopo la proposta di creare lo yen digitale, sta pensando di costituire una divisione incaricata di vigilanza sulla cosiddetta finanza decentralizzata. La nazione che si è più accaniti contro le monete virtuali è la Cina che ha vietato alle banche cinesi di operare con le criptovalute. Non solo non sono ammesse transazioni economiche, ma neanche promozioni delle criptovalute online.

IL MOTIVO PRINCIPALE DELL’ATTACCO DEGLI STATI ALLE CRIPTOVALUTE

Come sappiamo la sovranità di uno stato è data la propria capacità di stampare moneta e dalla propria capacità di gestione del debito pubblico. Le criptovalute, inserendosi come moneta di scambio, potrebbero far perdere valore alle varie monete nazionali e di conseguenza far perdere potere agli stati nazionali. Noi riteniamo che questo per ora non sia possibile, le criptovalute non saranno ammesse come moneta di scambio nei circuiti internazionali. Ad esempio con le criptovalute si potrà acquistare un qualsiasi oggetto da un azienda che accetta criptovalute, ma quella stessa azienda non potrà pagare in criptovalute le tasse alla propria nazione.

ANALISI SUI PREZZI

In un contesto di questo genere, il nostro giudizio sulle criptovalute è sell. Prendendo come riferimento Bitcoin rotto  il supporto posto a 30 Mila dollari, la discesa potrebbe far ritornare il suo  valore sotto soglia 10 Mila dollari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *