Boeing news: trova difetto in jet Dreamliner 787 su parti fornite da Leonardo, che rimanda a subfornitore ogni responsabilità.

Boeing news: trova difetto in jet Dreamliner 787 su parti fornite da Leonardo, che rimanda a subfornitore ogni responsabilità.

Boeing Co e le autorità statunitensi hanno comunicato che alcune parti in titanio del jet 787 Dreamliner sono state prodotte impropriamente nel corso degli ultimi tre anni, l’ennesimo problema per il velivolo a fusoliera larga.

 

La falla qualitativa non influenzerà l’immediata sicurezza dei voli, secondo quanto riferito dall’azienda e dalla Federal Aviation Administration (Faa).

 

Boeing ha detto che le parti in questione sono state fornite da Leonardo SpA , che ha acquistato i componenti dalla società italiana Manufacturing Processes Specification (Mps). Il titolo di Leonardo ha esteso le perdite dopo la notizia, per poi chiudere a -7%. Il titolo Boeing cede l’1,6%.

 

Leonardo fa sapere che la vicenda riguarda il subfornitore Manufacturing Processes Specification (MPS), “qualificato anche da Boeing” e precisa che la società è sotto indagine da parte della magistratura per cui Leonardo risulta parte lesa “e pertanto non si assumerà potenziali oneri a riguardo”. Inoltre Mps è più fornitore di Leonardo

Non è stato al momento possibile avere un commento da Mps.

 

Le parti includono raccordi per assicurare le travi ribassate in una sezione della fusoliera, oltre ad altri raccordi, distanziali, supporti e morsetti, tra altri componenti.

 

I velivoli non consegnati saranno riparati di conseguenza, ha detto Boeing, aggiungendo che operazione di volo sarà determinata attraverso il processo di revisione standard e confermata con l’Faa.

 

L’annuncio del difetto si aggiunge ai grattacapi del produttore di voli con i modelli 787, che hanno causato da maggio un taglio della produzione e uno stop delle consegne.

 

Il primo ostacolo di produzione è emerso a settembre 2020, quando l’Faa ha comunicato di aver aperto un’indagine su difetti di produzione. Le compagnie aeree che si sono affidate al modello in questione hanno lasciato a terra otto jet.

 

Boeing ha ripreso le consegne dei jet 787 a marzo, dopo cinque mesi di sospensione – per poi fermarle nuovamente a maggio, dopo che l’Faa ha espresso dubbi in merito al metodo d’ispezione proposto.

 

A luglio, l’Faa ha comunicato che alcuni modelli Dreamliner presentano un problema in termini di qualità manifatturiera vicino all’ogiva dell’aereo, difetto da riparare prima di permettere Boeing di riprendere le consegne ai clienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *