Mediobanca azioni: 1Q 2021/22, ricavi e margini in crescita

Mediobanca azioni: 1Q 2021/22, ricavi e margini in crescita

L’utile netto trimestrale salda a 261,9 milioni, in forte crescita rispetto allo scorso anno (+30,9%) e in miglioramento rispetto al trimestre precedente (+28,6%) con il positivo contributo ai ricavi di tutte le divisioni: il Consumer torna a crescere per volumi e redditività, con livelli di attività quasi a regime. Il Wealth Management conferma un percorso di crescita vivace e sostenibile, trainato sia dalla crescita organica che dalle acquisizioni. Il margine di interesse mostra un incremento del 4,3% t/t posizionandosi sui livelli dello scorso anno (358,4 milioni) trainato dal Consumer (226,2 milioni, +5,5% nel trimestre; stabile a/a) che beneficia di una ripresa di volumi e redditività. Il Corporate and Investment Banking (Cib) supera i ricavi dello scorso anno che includevano talune poste non ricorrenti. Infine, l’apporto di Assicurazioni Generali conferma i risultati del trimestre precedente, raddoppiando su base annua. La qualità del portafoglio creditizio resta ai massimi (Npl lorde al 3,1%, stage 2 netto al 6,7% e moratorie in essere per poco meno dell”1%), le rettifiche ed il costo del rischio “CoR” (51bps) sono in calo senza intaccare gli overlays (superiori a 300 milioni). Il Rote sale all’11% e poggia su un’ampia base di capitale (Cet 1 al 16,1%, phase-in). Le rettifiche nette su crediti mostrano un risultato contenuto a 62,4 milioni (CoR a 51bps), in forte calo rispetto allo scorso anno (71,8 milioni, 61bps) e al precedente trimestre (67,4 milioni, 56bps). Gli impieghi verso la clientela si confermano in crescita (+1%, da 48,4 a 48,9 miliardi) per gli apporti positivi del Corporate and Investment Banking (19,5 miliardi contro 19,3 miliardi), Consumer (13,1 miliardi contro 12,9 miliardi) e clientela Private (3,4 miliardi contro 3,3 miliardi per la maggior operatività di CMB Monaco); restano invece invariati i mutui ipotecari CheBanca! (11,1 miliardi) e in lieve calo il Leasing (da 1,8 a 1,7 miliardi). Le attività deteriorate lorde flettono dell’1,5% da 1.597,1 a 1.573,6 milioni con un’incidenza sul totale degli impieghi al 3,1% (3,2% al 30 giugno scorso), ai minimi storici. Il calo intervenuto è riferibile principalmente al Consumer favorito dal generalizzato miglioramento del profilo di rischio e malgrado l’assenza di cessioni nel trimestre. Il calo delle nette è ancora più accentuato (-8% da 560,2 a 515,7 milioni), con un rapporto sugli impieghi dell’1,1% (1,2%) per effetto dell”aumentato coverage (dal 64,9% al 67,2%) collegato ad una prudente politica di accantonamento. In calo le sofferenze nette (67,4 milioni contro 72 milioni) con un’incidenza sugli impieghi dello 0,1% (0,2%) e una copertura che sale all’87,2% (85,9% a giugno scorso). Le moratorie in essere ammontano a circa 468,4 milioni (0,9% degli impieghi lordi) e rappresentano circa il 20% del totale concesso durante la pandemia (2,5 miliardi). Lo stock residuo è concentrato nel Leasing (circa il 60%) e mutui ipotecari (circa 35%). La raccolta si incrementa da 56,2 a 57,8 miliardi per i maggiori depositi Private (da 8,3 a 9 miliardi) che unitamente a quelli CheBanca! (17,2 miliardi contro 16,9 miliardi) rappresentano il 45% della provvista complessiva. Aumenta anche il ricorso al T-LTRO (da 7,5 a 8,5 miliardi) per beneficiare ulteriormente delle condizioni favorevoli. Complessivamente il costo della raccolta salda a circa 60bps10, stabile sul trimestre precedente ma in riduzione di quasi 5bps rispetto al dato medio dell’intero esercizio 2020/21.

al vaglio assemblea piano buy-back fino a 3% capitale

L’assemblea dei soci di Mediobanca sarà chiamata ad approvare un nuovo piano di buy-back fino al 3% del capitale, previa cancellazione di massime 22,6 milioni di azioni proprie già in portafoglio, subordinato all’autorizzazione da parte della Bce. Lo spiega la nota relativa ai risultati finanziari.

Le azioni Mediobanca dopo la pubblicazione dei risultati quotano a 10,48 EUR in crescita (+0,53%)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *