Rating azioni aggiornamenti del 27 ottobre 2021: Txt e-Solutions, Campari, Eni, Autogrill, Fincantieri, D’Amico

Rating azioni aggiornamenti del 27 ottobre 2021: Txt e-Solutions, Campari, Eni, Autogrill, Fincantieri, D’Amico

Txt e-Solutions azioni

Intermonte ha alzato il prezzo obiettivo sulle azioni Txt e-Solutions da 12,2 a 12,4 euro, confermando la raccomandazione outperform. Gli analisti si attendono “buoni risultati trimestrali in vista grazie ai trend operativi positivi”. Gli analisti ritengono che le stime 2021 abbiano “buona visibilità” e si aspettano che la società sia ben posizionata per continuare la traiettoria di crescita e cogliere opportunità di crescita.

Campari azioni

Intesa Sanpaolo ha alzato il prezzo obiettivo sulle azioni Campari da 10,7 a 11,2 euro, confermando la raccomandazione hold. I conti del terzo trimestre sono stati solidi grazie a una “robusta stagione estiva”, segnalano gli analisti. Bene la domanda sottostante, mentre sul fronte dei costi l’aggiornamento è stato “meno entusiasmante, con le pressioni inflazionistiche che stanno accelerando”, commentano gli esperti.

Mediobanca Securities ha alzato il prezzo obiettivo sulle azioni Campari da 10,6 a 11,6 euro, confermando la raccomandazione neutral. I risultati del terzo trimestre, spiegano gli analisti, hanno dimostrato che Campari è stata in grado di capitalizzare gli attuali trend favorevoli di settore. L’attuale valutazione a premio del titolo per MB però non lascia spazio di rialzo, motivo per cui il rating resta neutral.

Eni azioni

Bestinver conferma rating hold e target di 9-10 euro sulle azioni Eni e segnala che una Ipo di Var Energi sarebbe positiva in quanto permetterebbe al gruppo italiano di ottenere risorse finanziarie addizionali per accelerare gli investimenti nella transizione energetica.

Banca Akros ribadisce il rating buy e il prezzo obiettivo a 14,5 euro su Eni  dopo che la società e Point Resources, azienda di HitecVision, proprietarie rispettivamente del 69,85% e del 30,15% di Var Energi, hanno annunciato l’intenzione di avviare una revisione strategica riguardante il futuro assetto proprietario di Var Energi, al fine di perseguire al meglio la crescita futura e massimizzare la generazione di valore. La revisione prenderà in considerazione varie alternative, inclusa una possibile offerta pubblica iniziale (Ipo), segnalano gli analisti, secondo cui una Ipo dovrebbe migliorare la visibilità sul valore di Var Energi e sulla stessa Eni.

Autogrill azioni

Mediobanca Securities ribadisce il rating neutral e il prezzo obiettivo a 7,5 euro sulle azioni Autogrill in scia ai dati sul traffico passeggeri dell’aeroporto Schiphol di Amsterdam per il mese di settembre. Il traffico a Schiphol, dove Autogrill è il principale operatore Food&Beverage, riflette ancora un impatto importante rispetto ai livelli pre-Covid, nonostante i miglioramenti ottenuti durante l’estate, evidenziano gli analisti. Gli esperti spiegano che ciò è dovuto principalmente alla sua esposizione al traffico a lunga distanza e per business, che rimane più impattato rispetto al traffico di piacere. Gli analisti restano quindi in attesa di maggiore visibilità sulla normalizzazione del traffico aereo, ipotizzando che le vendite del canale Aeroporti ritornino al livello del 2019 nel 2024.

Fincantieri azioni

Mediobanca Securities conferma rating neutral e tp di 0,78 euro sulle azioni Fincantieri, in attesa dei conti in agenda per l’11 novembre. Gli esperti si aspettano un solido trimestre con ricavi nei primi nove mesi del 2021 pari a 4,8 mld (+36% a/a) e un Ebitda di 324 mln (+62%). Previsti nuovi ordini a quota 2,3 mld.

D’Amico azioni

Intesa Sanpaolo ribadisce il rating add e il prezzo obiettivo a 0,11 euro sulle azioni D’Amico, dopo che la società, quotata sul segmento Star attiva a livello internazionale nel trasporto marittimo, specializzata nel mercato delle navi cisterna, tramite la controllata D’Amico Tankers D.A.C. (Irlanda), ha firmato un contratto di noleggio a scafo nudo con una primaria controparte industriale, per la MT Cielo di Londra, una nave cisterna ”LR1” di portata lorda pari a 75,000 tonnellate e costruita nel 2019 da Hyundai Mipo, Corea del Sud (nel cantiere Vinashin in Vietnam). Gli analisti vedono “positivamente l’operazione, che è pienamente in linea con la prudente strategia commerciale del gruppo basata su un mix equilibrato di copertura contrattuale ed esposizione spot”. Inoltre, per gli esperti questo contratto evidenzia i forti fondamentali del mercato e conferma che il mercato riconosce un premio sostanziale per le navi cisterna moderne ed “Eco“, che rappresentano attualmente il 75% della flotta della società grazie al grande piano di investimenti attuato negli ultimi anni.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *