Le azioni ePrice crollano in borsa i motivi

Le azioni ePrice crollano in borsa i motivi

Gli ultimi avvenimenti che hanno portato al crollo:

 

La manifestazione di interesse di acquisto che non si è concretizzata

 

ePrice ha dato un aggiornamento in merito alla manifestazione di interesse non vincolante da parte di un primario operatore italiano del settore della grande distribuzione volta alla realizzazione di un’operazione d’ investimento in ePrice Operations, società interamente controllata da ePrice.

In particolare ha ricevuto ieri, termine del periodo di esclusiva, una dichiarazione del suddetto operatore nella quale informa che non ritiene di proseguire nelle negoziazioni relative alla possibile realizzazione dell’ operazione alle condizioni di cui alla manifestazione di interesse.

Il CdA, preso atto della comunicazione e ravvisando che non vi siano le condizioni per esercitare la delega attribuita dall’assemblea di aumentare il capitale sociale per massimi 10 milioni con esclusione del diritto di opzione, ha deciso di valutare nei tempi piu’ rapidi possibili, le migliori opzioni a tutela dei creditori, degli stakeholder e dell’ attività svolta dalla controllata ePrice Operations.

Il board si riserva, alla luce degli esiti delle suddette valutazioni, di stabilire la data per l’ esame e l’approvazione del progetto di bilancio al 31 dicembre 2020, relativa assemblea e approvazione della relazione semestrale al 30 giugno 2021.

ePrice – Il cfo Pedroni rassegna le dimissioni

Isabella Pedroni, cfo di ePrice e dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili ha rassegnato le dimissioni, “in quanto la situazione aziendale complessiva si è rivelata molto differente da quanto prospettato anche in termini di impegno temporale previsto tali da impedire di proseguire il rapporto con la consueta professionalità”.

La società avvierà la ricerca di un successore il cui nominativo verrà reso noto al mercato nei termini di legge.

ePrice – Negma sottoscrive seconda tranche del prestito convertibile per 1 mln

A seguito di richiesta di ePrice, Negma Group ha sottoscritto la seconda tranche del prestito obbligazionario convertibile cum warrant di ePrice, composta da 100 obbligazioni per un controvalore complessivo di 1 milione.

Il prestito obbligazionario convertibile è infruttifero e le obbligazioni non saranno quotate in alcun mercato regolamentato.

Negma, contestualmente alla sottoscrizione, ha richiesto la conversione delle 100 obbligazioni in azioni ePrice di nuova emissione.

In accordo con il contratto, il prezzo unitario è stato determinato in 0,04 euro per azione, generando l’ emissione a favore di Negma di 25.000.000 azioni.

Ai sensi del contratto, in occasione dell’ emissione della seconda tranche del Prestito

Obbligazionario, è prevista l’ emissione anche di 3.428.571 warrant che daranno diritto a sottoscrivere 3.428.571 nuove azioni al prezzo di 0,07 euro ciascuna.

Inoltre, come previsto dal contratto, a parziale pagamento della Commitment Fee, che si ricorda essere di complessivi 400.000 euro, sono state emesse ulteriori 20 obbligazioni per un controvalore di 200.000 euro, la cui conversione, richiesta da Negma, darà diritto a 5.000.000 nuove azioni ePrice ad un prezzo unitario di 0,04 euro e relativa emissione di 685.714 warrant che daranno diritto a sottoscrivere 685.714 nuove azioni ePrice per un

corrispettivo unitario di 0,07 euro.

In conseguenza di quanto sopra, il capitale sociale si incrementerà di 300.000 euro e risulterà pari a 7.080.214,98 euro, suddiviso in 1.053.032.247 azioni.

La nostra analisi sul prezzo delle azioni

 

Il crollo del prezzo delle azioni ePrice che si è accentuato nelle ultime settimane dopo le dimissioni del CFO, sembra non volersi concludere. La situazione aziendale sembra essere compromessa e potrebbe essere questo il motivo delle dimissioni, volendo leggere fra le righe del comunicato.

Non avendo avuto comunicazioni in merito al crollo delle azioni da parte della società che possono riportare la calma, riteniamo che nei prossimi giorni sia probabile una sospensione dalle contrattazioni a tempo indeterminato per far si che l’ azienda possa chiarire la sua situazione economica.

Noi d’ investiresulweb.it consigliamo di rimanere fuori dal titolo finché non verrà chiarita la situazione aziendale, alla luce anche del prestito obbligazionario in corso.

One thought on “Le azioni ePrice crollano in borsa i motivi

  1. Thanks for your personal marvelous posting! I certainly enjoyed reading it, you
    are a great author. I will make certain to bookmark your blog and will eventually come back later
    on. I want to encourage you to ultimately continue your great posts, have
    a nice holiday weekend!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *