Eni azioni: entra nel capitale di BF, collaborazione strategica

Eni azioni: entra nel capitale di BF, collaborazione strategica

Il Consiglio di Amministrazione di BF ha approvato un accordo di ampio respiro con Eni che si articola in tre operazioni collegate tra loro. La prima, spiega una nota, riguarda la costituzione di una equity joint-venture paritetica tra ENI e BF avente ad oggetto lo svolgimento di attività di ricerca, sperimentazione e analisi da parte di BF o di società del gruppo BF su sementi di piante oleaginose al fine di poterle utilizzare come feed-stock per le bio-raffinerie Eni; la valutazione della possibilità di produrre economicamente le stesse sementi nei Paesi in cui Eni è presente; la possibilità di sviluppare progetti pilota in uno o più dei Paesi in cui Eni è presente, e la formazione di personale di ENI o della joint venture che possa essere utilizzato nelle filiere di sviluppo dei progetti di biofeedstock.

 

I risultati della joint venture verranno periodicamente valutati dalle parti, fermo restando che è previsto un periodo di attività minimo di 36 mesi. Successivamente, la joint venture potrà essere sciolta ove i risultati non vengano ritenuti in linea con le aspettative; La seconda riguarda l’acquisto da parte di Eni di una partecipazione di minoranza nel capitale sociale di Bonifiche Ferraresi. In particolare, BF venderà e trasferirà a Eni, che acquisterà, 393.750 azioni di Bonifiche Ferraresi, rappresentative del 5% del capitale sociale della stessa, a fronte del pagamento di un prezzo pari a 20 milioni. L’acquisto consente a BF di rilevare una plusvalenza di circa 6,7 milioni. In caso di scioglimento della joint venture dopo l’iniziale periodo di 36 mesi, Eni avrà la facoltà di concambiare le azioni Bonifiche Ferraresi in azioni BF a valori predeterminati. La terza riguarda l’investimento nel capitale sociale di BF da parte di Eni attraverso un aumento di capitale riservato ad esito del quale Eni deterrà 6.201.550 azioni BF di nuova emissione pari al 3,32% del capitale sociale di BF. Ove l’assemblea dei soci di BF esprima parere favorevole sulla proposta del Consiglio di Amministrazione, le azioni saranno sottoscritte da Eni a un prezzo unitario di 3,225 euro per azione, per un controvalore complessivo di circa 20 milioni. Il prezzo di emissione esprime uno sconto di circa il 10% rispetto al prezzo medio ponderato registrato dal titolo BF nell’ultimo trimestre. Tale sconto è stato ritenuto congruo dal Consiglio di Amministrazione di BF che, nelle proprie valutazioni, è stato coadiuvato da un esperto indipendente ed ha tenuto conto del fatto che ENI ha assunto un impegno di lockup, relativo alle azioni sottoscritte, della durata di diciotto mesi a partire dalla data di sottoscrizione e integrale liberazione dell’aumento di capitale da parte di Eni. Subordinatamente all’approvazione della delibera di aumento di capitale da parte dei soci di BF, Eni si è impegnata a sottoscrivere l’aumento di capitale entro il 31 gennaio 2022. Il Consiglio di Amministrazione ha altresì deliberato di proporre all’assemblea un aumento di capitale riservato a Intesa Sanpaolo avente i medesimi termini di quello riservato ad Eni. In particolare, il Consiglio di Amministrazione propone all’assemblea dei soci di deliberare l’emissione di 6.201.550 azioni BF pari al 3,32% del capitale sociale di BF da offrire a Intesa. Ove l’assemblea dei soci di BF esprima parere favorevole alla proposta del Consiglio di Amministrazione, le azioni saranno sottoscritte da Intesa a un prezzo unitario di 3,225 euro per azione, per un controvalore complessivo di circa 20 milioni. Subordinatamente all’approvazione della delibera di aumento di capitale da parte dei soci di BF, Intesa si è impegnata a sottoscrivere l’aumento di capitale entro il 31 gennaio 2022.

 

 

“Due grandi alleanze che rafforzano il disegno strategico e il posizionamento industriale del Gruppo. Oltre all’importante dotazione di capitale, queste partnership aprono nuovi mercati, forniscono know how e riconoscono la leadership di BF nel comparto agroindustriale nazionale”, ha detto Federico Vecchioni, Amministratore Delegato di BF Spa. Nelle operazioni, BF è stata assistita da Equita in qualità di advisor finanziario, da Bonelli Erede in qualità di advisor legale e da Ruggero Mazza, in qualità di advisor fiscale.

Le azioni Eni sono in rialzo questa mattina a piazza affari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *