Inwit azioni in forte rialzo: Possibile appeal speculativo su Inwit in seguito all`offerta di KKR su TIM

Inwit azioni in forte rialzo: Possibile appeal speculativo su Inwit in seguito all`offerta di KKR su TIM

L`offerta non vincolante presentata da KKR su TIM potrebbe creare un appeal speculativo su Inwit. Attualmente il controllo della società è nelle mani di Vantage Tower e TIM attraverso un patto parasociale sul 63.4% che scade a marzo 2023. Vantage Tower controlla il 33.2% di Inwit e Tim, attraverso Daphne 3 di possiede il 51% (49% controllato da Ardian), controlla una quota del 30.2% di Inwit. I due soci si sono obbligati a mantenere una quota minima del 25.1% a testa fino alla scadenza del patto.

L`offerta di KKR su TIM, se venisse accettata, riteniamo creerebbe un appeal speculativo su Inwit perché:

1- KKR potrebbe cedere la quota in Inwit per ridurre il debito derivante dal deal.

2- Avendo il governo approvato l`offerta di KKR, potrebbe approvare anche un`operazione che veda il trasferimento del controllo di Inwit da parte di TIM (Golden Power).

Ai prezzi correnti di Inwit, l`incasso per TIM sarebbe pari a circa 1.5 bn (51% di Daphne 3), mentre al nostro target price l`incasso sarebbe pari a circa 1.8 bn. Il candidato naturale ad acquisire Inwit sarebbe Vantage Tower, avendo il co-controllo della società ed essendo TIM legata da un patto parasociale con il gruppo inglese, ma non si possono escludere soluzioni alternative, considerando che il patto scade tutto sommato scade abbastanza a breve e cioè nel marzo 2023.

 

Le azioni Inwit (INW.MI) salgono del 5% e si porta sui massimi dell’anno e non lontano dai massimi storici di aprile a 11,43 euro.

 

 

Gli investitori si aspettano scenari M&A a cascata anche per Inwit, controllata al 30% da TIM, oltre che per gli asset in Brasile e quelli nel Cloud.

 

 

Pensiamo che l’ipotesi di obbligo di OPA anche su Inwit sia molto difficile.

 

 

L’OPA a cascata rientra tra le fattispecie di OPA obbligatorie nel caso in cui il superamento della soglia di partecipazione del 30% in una società quotata non derivi dall’acquisto diretto di azioni di detta società, bensì dall’acquisto di azioni di altra società da cui quella sia partecipata costituendone il principale elemento patrimoniale.

 

 

TIT controlla, insieme a Vodafone, un veicolo che possiede circa il 30% di INWIT, che però non costituisce il principale elemento patrimoniale della società che viene opata ovvero TIM.

Enel/INWIT – Insieme per la trasformazione ecologica e una maggiore inclusività digitale

Enel Italia e INWIT hanno firmato un protocollo d’ intesa per accelerare il percorso di crescita sostenibile del Paese.

La partnership triennale ha l’ obiettivo di abbattere le emissioni di CO2 e ottimizzare l’ utilizzo delle risorse economiche, in linea con l’ impegno delle due aziende a favore della sostenibilità.

Con questa partnership, Enel e INWIT vogliono contribuire alla costruzione di un Paese che garantisca una maggiore inclusivita’ digitale e quindi anche sociale, culturale ed economica.

Tra le iniziative che potranno essere attuate in base all’ intesa, lo sviluppo di impianti fotovoltaici abbinati a sistemi di accumulo nei siti INWIT e iniziative di efficientamento dei consumi energetici; spazio anche per l’ economia circolare, con il recupero e riutilizzo di materiali a fine vita, mobilità sostenibile attraverso l’ elettrificazione della flotta aziendale. Ulteriori possibili interventi riguardano l’ utilizzo di soluzioni di illuminazione efficiente e lo sviluppo congiunto di servizi IoT.

Profilo societario

Infrastrutture Wireless Italiane SpA è una società con sede in Italia. Opera nel campo delle infrastrutture passive per la tecnologia di telefonia mobile, broadcasting, radio, altri servizi wireless e reti mobili private. La Società gestisce circa 11.000 siti, con una distribuzione capillare in tutta Italia. In qualità di host neutrale, mette a disposizione di tutti gli operatori del settore la propria infrastruttura, che comprende un sistema di microcelle e sistemi di antenne distribuite (DAS) per coprire aree interne ed esterne con particolari esigenze di connettività. La sua offerta comprende servizi di hosting integrato, realizzazione di coperture indoor e outdoor con microcelle e DAS, servizi di gestione dell’accesso e della sicurezza al sito, progettazione e realizzazione di nuovi siti, connessione in fibra ottica dei siti di trasmissione per aumentarne la capacità (backhauling). I clienti della Società includono operatori mobili, radiotelevisivi, radiotelevisivi e istituzioni governative.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *