Ariston azioni: completato collocamento istituzionale a 10,25 euro, dal 26 novembre a piazza affari

Ariston azioni: completato collocamento istituzionale a 10,25 euro, dal 26 novembre a piazza affari

Ariston Holding, player globale nelle soluzioni sostenibili per il comfort dell’acqua calda e del riscaldamento degli ambienti, comunica la conclusione con successo del collocamento istituzionale volto all’ammissione a negoziazione delle proprie azioni ordinarie su Euronext Milan. Il prezzo di offerta delle Azioni è stato fissato a 10,25 euro per azione.

 

 

In base al Prezzo di Offerta, i proventi lordi derivanti dall’Offerta (inclusivi della Opzione di Over-Allotment) risultano pari a circa 915 milioni di euro e la capitalizzazione della Società alla data di avvio delle negoziazioni sarà pari a circa 3,375 miliardi, comprensivi dell’aumento di capitale di circa 300 milioni. La Società riceverà unicamente i proventi derivanti dalla vendita delle Azioni di Nuova Emissione. La Società intende utilizzare i proventi netti derivanti dall’emissione delle nuove Azioni di Offerta per sostenere e sviluppare l’ulteriore crescita del Gruppo, investire e accelerare la crescita organica – come il digital route to market, le tecnologie e il footprint industriale – e per finanziare acquisizioni di imprese, tecnologie e diritti di proprietà intellettuale in futuro.

 

 

L’Ammissione migliorerà ulteriormente anche il profilo della Società e la riconoscibilità del marchio e mira a consentire al Gruppo di continuare ad attrarre persone di talento in futuro. L’inizio delle negoziazioni delle Azioni su Euronext Milan, con il simbolo “ARIS“, partirà il 26 novembre subordinatamente al rilascio del relativo provvedimento da parte di Borsa Italiana. Per lo stesso giorno è previsto il pagamento delle Azioni. La Società ha nominato Goldman Sachs Bank Europe SE, Intesa Sanpaolo S.p.A. – Divisione IMI Corporate & Investment Banking e Mediobanca – Banca di Credito Finanziario S.p.A quali joint global coordinators e joint bookrunners (a tale e a qualsiasi altro titolo, i “Joint Global Coordinators”), e BNP PARIBAS, BofA Securities Europe SA, Citigroup Global Markets Europe AG ed Equita SIM S.p.A. in qualità di joint bookrunners (unitamente ai Joint Global Coordinators, i “Sottoscrittori”). CC & Soci agisce in qualità di advisor finanziario. Pedersoli, Houthoff e Cravath agiscono come consulenti legali per Ariston e gli Azionisti Venditori, mentre Linklaters opera come consulente legale per i Sottoscrittori. “Sono davvero soddisfatto dell’elevato livello di interesse raccolto da tanti investitori di alto profilo e lungo termine per l’IPO di Ariston Group.

 

 

La nostra offerta è stata più che interamente sottoscritta al di sopra del nostro prezzo finale di 10,25 euro per azione, con la partecipazione di oltre 140 investitori provenienti da tutto il mondo. La nostra implicita capitalizzazione di mercato di 3,375 miliardi è una testimonianza del continuo e ottimo lavoro del nostro Gruppo, del nostro team di manager e delle nostre persone nel creare un player globale unico nel suo genere”, ha commentato Paolo Merloni, Presidente Esecutivo di Ariston Group. “Non vediamo l’ora di essere una società quotata, di capitalizzare le opportunità di crescita, di consolidare la nostra forte crescita organica con acquisizioni che ci permettano di continuare a creare valore.

 

 

Con una storia di oltre 90 anni, la quotazione rappresenta una nuova fase per il Gruppo, un passo logico per sviluppare la nostra aspirazione di essere uno dei principali player globali nelle soluzioni di comfort sostenibili nell’acqua calda e nel riscaldamento. Il successo a lungo termine del nostro Gruppo, da condividere con quegli azionisti che si sono uniti a noi all’IPO, è fondamentale per me personalmente e per la mia famiglia. Non vediamo l’ora di lavorare per i nostri nuovi azionisti per premiare la loro fiducia nella nostra strategia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *