Italian Exhibition Group azioni: dalla semestrale buon segnale per il futuro

Italian Exhibition Group azioni: dalla semestrale buon segnale per il futuro

Cda di Italian Exhibition Group (IEG) ha divulgato i risultati del primo semestre 2021, caratterizzati da un contesto del tutto eccezionale e molto difficile per il gruppo fieristico che non ha potuto esercitare il suo principale business per effetto delle restrizioni Covid-19.

Il gruppo ha pertanto concentrato i propri sforzi nella preparazione delle attività in vista di una possibile  ripartenza del settore fieristico, mettendo in pratica un puntuale e meticoloso controllo dei costi, nonché dei flussi finanziari. Strategia che ha permesso a IEG di riportare risultati tutto sommato buoni in linea con le attese.

Nel periodo in esame i ricavi si sono attestati a 7 milioni (61,8 mln 1H20) e l’Ebitda a -14,1 milioni (Ebitda positivo per 15,6 mln 1H20). Ricordiamo in merito che la prima metà del 2020, pur scontando alcuni effetti della pandemia, aveva beneficiato dello svolgimento dei principali eventi del primo bimestre. Il risultato netto di pertinenza degli azionisti della capogruppo è pari a -25 milioni (9,8 mln 1H20).

E’ doveroso inoltre sottolineare come durante i primi sei mesi del 2021, nonostante uno slittamento del calendario fieristico, IEG si è confermata al fianco dei propri espositori attraverso le piattaforme digitali e ha avuto la possibilità di riaprire le porte dei quartieri fieristici con gli eventi sportivi a partire da giugno.

Dal lato patrimoniale, al 30 giugno 2021 la PFN monetaria e’ pari a 115,3 milioni (vs 93,3 mln al 31 dicembre 2020). Si segnala inoltre che ad oggi il gruppo dispone di scorte di liquidità a cui aggiungere linee di credito accordate e non utilizzate per un ammontare complessivo non inferiore a 48 milioni. La pianificazione di cassa predisposta per i prossimi 12 mesi ha confermato l’assenza di stress di liquidità.

Per quanto riguarda il calendario autunnale, sono presenti tutti gli eventi di maggior importanza, quali VicenzaOro September (a cui sara’ affiancato VOVintage), Gold Italy, TTG-Sia-Sun, Ecomondo, Key Energy ed Enada. In programma anche nuovi eventi come Superfaces, Fieravicola, FIMAST e Abilmente Autunno Milano, oltre a trovare spazio alcune manifestazioni storicamente riguardanti il primo semestre come Rimini Wellness, Tgold, Koine, Pescare, Mondomotori e gli eventi ospitati MacFrut e Expo Dental Meeting. Il calendario congressi vede confermati 49 eventi (8 riposizionati dal primo semestre).Infine, il gruppo ha sottolineato che la pandemia ha dimostrato che gli eventi fieristici e congressuali svolti in forma fisica hanno una importanza insostituibile e gli strumenti digitali rappresentano un supporto dalle grandi potenzialità. Inoltre, tutti gli attori del mercato fieristico e congressuale, pur in un contesto caratterizzato ancora da elementi di incertezza, stanno aderendo con grande entusiasmo a questa ripartenza di tutto l’indotto. Questi sono i segnali concreti che consentono al Gruppo IEG di guardare al futuro con fiducia, consapevole che la propria attività rappresenta un pilastro fondamentale nelle strategie di rilancio e di crescita delle imprese del nostro Paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *