Rating azioni 12 ottobre 2021:Stellantis, CNH, Saras, Biesse, Eni, Hera, Snam.

Rating azioni 12 ottobre 2021:Stellantis, CNH, Saras, Biesse, Eni, Hera, Snam.

Stellantis

Bofa conferma la raccomandazione buy e il prezzo obiettivo a 21 euro su Stellantis, in attesa dei conti trimestrali. In un report sul comparto auto gli esperti segnalano come più che le trimestrali quello che conterrà saranno gli outlook 2022-2023 che le aziende del settore forniranno in occasione dei conti. Il titolo Stellantis, aggiungono gli analisti, è su valutazioni “non care”.

Cnh

Mediobanca Securities conferma rating outperform e tp di 19 euro su Cnh I. dopo che i dati di mercato sulle vendite di trattori negli Usa sono cresciuti del 3% a settembre. Secondo MB si tratta di una positiva notizia con le vendite di macchinari agricoli che restano di supporto e il basso livello delle scorte nei canali distributivi che lascia spazi per una positiva performance di Cnh nel corso della restante parte dell’anno.

Saras

Bestinver conferma rating buy e tp di 1,2-1,3 euro su Saras, dopo che i margini di raffinazione benchmark la scorsa settimana sono saliti a 2,7 usd al barile da 2 usd. Secondo gli esperti si tratta di una notizia positiva visto che i margini sono tornati vicino ai massimi dell’anno raggiunti lo scorso mese a 2,9 usd, rimanendo sopra la media di lungo termine, pari a 1,5 usd, per la sesta settimana consecutiva.

Biesse

Intesa Sanpaolo ribadisce il rating hold e il prezzo obiettivo a 31 euro su Biesse, dopo che la societa” ha sottoscritto il contratto per l’acquisizione del 100% delle quote di partecipazione di Forvet Costruzione Macchine Speciali, azienda produttrice di macchine speciali automatizzate per la lavorazione del vetro. Gli analisti vedono positivamente l’operazione, ritenendola in linea con il piano strategico aziendale, in grado di ampliare il portafoglio prodotti dei centri di lavoro per il vetro, attualmente commercializzati con il marchio Intermac Technologies. Grazie all’introduzione delle tecnologie proprietarie Forvet, il gruppo rafforza la propria offerta verso la fascia alta del mercato proponendo macchine e sistemi altamente automatizzati, personalizzati e unici, che garantiscono elevati livelli di produttività e flessibilità, evidenziano gli esperti.

Eni

Morgan Stanley ha alzato il prezzo obiettivo su Eni, da 13,3 a 14,7 euro, confermando la raccomandazione overweight. Secondo gli analisti la politica di distribuzione del gruppo e i piani per la cessione/quotazione di parte del segmento Retail + Rinnovabili (Eni R&R) creano un outlook interessante. La valutazione di Eni nello scenario migliore è posta a 17,4 euro per azione.

Hera

Equita Sim ribadisce il rating hold e il prezzo obiettivo a 3,9 euro su Hera dopo che il Cda del gruppo ha approvato l`emissione di un nuovo prestito obbligazionario non subordinato e non convertibile, fino ad un importo massimo complessivo di 500 mln da collocarsi esclusivamente presso investitori qualificati. La società ha inoltre approvato il riacquisto di alcuni prestiti obbligazionari fino ad un ammontare di 300 mln euro. La finalità dell`operazione è quella del rifinanziamento e dell`estensione della vita media del debito, spiegano gli analisti.

Snam

Intesa Sanpaolo conferma la raccomandazione hold e il prezzo obiettivo a 5,4 euro su Snam, dopo che il Cda del gruppo ha deliberato il rinnovo annuale del Programma Euro Medium Term Notes (EMTN), avviato nel 2012, incrementando il controvalore massimo complessivo a 12 miliardi di euro dagli 11 miliardi iniziali, anche al fine di garantire alla società maggiore flessibilità in condizioni di mercato favorevoli. “Questa mossa avviene in un contesto di efficace gestione delle passività per mantenere un basso costo del debito”, commentano gli analisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *