aggiornamento rating titoli di borsa 6 ottobre 2021: Garofalo,Technogym,Neodecortech,Saipem,Anima H,Webuild,Unicredit.

aggiornamento rating titoli di borsa 6 ottobre 2021: Garofalo,Technogym,Neodecortech,Saipem,Anima H,Webuild,Unicredit.

garofalo

Mediobanca Securities conferma rating outperform su Garofalo , con target price a 7,2 euro. Gli esperti segnalano che il miglioramento dei trend dei pagamenti da parte delle regioni agli operatori sanitari è continuato ad agosto e questo conferma il positivo contesto di supporto per tutti gli operatori.

Technogym

 

Mediobanca Securities conferma la raccomandazione neutral e il prezzo obiettivo a 10 euro su Technogym  dopo che la società ha siglato una partnership con Dior per il lancio di un’edizione limitata di prodotti fitness. Gli esperti, pur se non si attendono che questa partnership abbia impatto consistente in termini di numeri, almeno nel breve termine, apprezzano la notizia, che conferma l’impegno del gruppo nel condividere valori intangibili con i marchi più forti del lusso.

Neodecortech

Banca Akros conferma rating buy e tp di 6,4 euro su Neodecortech e giudica positivamente per l’azienda la cessione in blocco ad investitori istituzionali di 120.000 azioni proprie, ovvero della totalità della azioni proprie, al prezzo di euro 4,36 per azione (con uno sconto del 5% sulla media dei prezzi di chiusura dei giorni 29, 30 Settembre e 1 Ottobre 2021), per un corrispettivo complessivo di 523.200 euro. Per l’effetto, a seguito di tale cessione la società non detiene ulteriori azioni proprie ed il flottante si attesta al 38,4%.

Saipem

Equita Sim ribadisce il rating hold e il prezzo obiettivo a 1,9 euro su Saipem , dopo che la società ha comunicato ieri di essersi aggiudicata nuovi contratti di perforazione onshore in Medio Oriente e in Sudamerica per 70 mln usd. Nel dettaglio, in Sudamerica si è aggiudicata l’estensione di due contratti in Colombia e di un contratto in Perù, oltre a due nuovi contratti in Bolivia e Perù, mentre un contratto della durata di circa 15 mesi è stato assegnato negli Emirati Arabi. I nuovi contratti ammontano a circa il 4% della raccolta ordini del secondo trimestre della divisione Onshore Drilling, segnalano gli esperti.

Banca Akros ribadisce il rating neutral e il prezzo obiettivo a 2,20 euro su Saipem dopo che la società ha comunicato ieri di essersi aggiudicata nuovi contratti di perforazione onshore in Medio Oriente e in Sudamerica per 70 mln usd. Tali contratti suggeriscono che la ripresa del settore delle perforazioni è in corso, guidata dall’aumento dei prezzi del petrolio e del gas, notano gli analisti.

Anima H.

Intesa Sanpaolo conferma la raccomandazione buy e il prezzo obiettivo a 5,4 euro su Anima H. . La raccolta netta a settembre ha confermato la crescente domanda per le soluzioni di investimento della società anche nel canale retail, commentano gli analisti.

Equita Sim conferma la raccomandazione buy e il prezzo obiettivo a 5,2 euro su Anima H.  dopo i dati sulla raccolta netta a settembre. Da inizio anno il dato è superiore alla stima per l’intero 2021 di Equita.

Webuild

Bestinver conferma rating buy su Webuild, dopo che la controllata Lane ha ottenuto l’aggiudicazione del contratto per la progettazione e la realizzazione del progetto 495 Express Lanes Northern Extension (495 NEXT) in Virginia. Secondo gli esperti si tratta di una notizia positiva in quanto consolida ulteriormente la posizione di Lane come operatore leader nel mercato statunitense della mobilità sostenibile, il più grande per Webuild fuori dall’Italia.

Unicredit

Deutsche Bank ha alzato il rating di Unicredit a buy da hold, con un target price rivisto a 15 euro da 10,6 euro. Gli esperti segnalano che le attese per il prossimo business plan sono relativamente alta. Inoltre, DB nota che la banca tratta da tempo a valori bassi, a sconto del 41% rispetto alle banche europee a causa di una combinazione di un indicatore Rote contenuto, maggiore complessità, minore generazione organica di capitale, alta volatilità della performance operativa e una generazione di ricavi più vulnerabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *