Defence Tech Holding, azioni in rally al debutto (+31%)

Defence Tech Holding, azioni in rally al debutto (+31%)

Debutto in rialzo su Euronext Growth Milan per Defence Tech Holding Spa controllante di un gruppo tra i principali leader nel settore della cyber security, dei big data, dell’intelligence, dello spazio e della difesa nazionale. L’ammissione è giunta all’esito della chiusura con successo del collocamento riservato rivolto esclusivamente a investitori qualificati e istituzionali italiani ed esteri con una domanda che ha superato 5 volte il quantitativo di azioni offerte complessive pervenuta da circa 80 investitori istituzionali. Nell’ambito del progetto di ammissione alle negoziazioni, Defence Tech Holding è assistita da Equita in qualità di Euronext Growth Advisor (Nomad) e Global Coordinator.

Il prezzo di collocamento delle azioni Defence Tech Holding è stato definito in 3,5 euro, con una capitalizzazione della società iniziale pari a circa 89 milioni di euro e un flottante previsto pari al 27,96%.

 

In considerazione delle richieste pervenute nell’ambito del collocamento riservato sono state collocate 7.142.857 azioni ordinarie di nuova emissione, rinvenenti dall’aumento di capitale a servizio del collocamento, per un controvalore complessivo di 25 milioni di euro. La domanda ha superato 5 volte il quantitativo di azioni offerte complessive ed è pervenuta da circa 80 investitori istituzionali. Gli azionisti Comunimpresa, Starlife e Ge.Da. Europe non hanno esercitato la facoltà di incremento attraverso l’offerta in vendita.

 

A esito del collocamento istituzionale, il capitale di Defence Tech Holding sarà composto da 25.542.857 azioni ordinarie.

Per quanto riguarda le strategie di crescita, nel documento di ammissione sono stati illustrati i programmi futuri e strategie del gruppo, che intende crescere per linee interne ed esterne. Con riferimento alle operazioni straordinarie,  il Gruppo intende implementare la propria strategia di crescita e di sviluppo anche per linee esterne, a partire dal 2022, attraverso l’ acquisizione di società italiane terze, di nuova o recente costituzione (principalmente startup, spin off accademici e PMI innovative), caratterizzate da un elevato contenuto tecnologico distintivo . Sono state individuate ‘ come potenziali target alcune società e spin-off in settori quali quelli delle fibre ottiche, dell’ analisi di dati, della gestione di informazioni classificate, dell’ intelligence della block chain e degli smart contract. Tali potenziali acquizioni potranno portare sinergie sia in termini di nuove tecnologie e prodotti, sia in termini di integrazione con tecnologie già esistenti nel portafoglio del Gruppo. Alla data del Documento di Ammissione, l’ emittente ha trasmesso un’ espressione di interesse per una spin-off potenzialmente oggetto di acquisizione, mentre negli altri casi sta svolgendo un’ analisi preliminare o sono in corso discussioni tra gli advisor.

Le azioni Defence Tech Holding sono in rialzo a 4,6 euro in crescita del 31%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *