Trevi: accordo trovato con le banche e nuovi ordini in miglioramento

Trevi: accordo trovato con le banche e nuovi ordini in miglioramento

Il consiglio di amministrazione di Trevi ha approvato la sottoscrizione dell’accordo di moratoria e standstill con le banche finanziatrici. La sottoscrizione dell’accordo si è reso necessario a causa del rallentamento sofferto dal settore delle costruzioni a livello globale causa covid nel 2020.Lo standstill prevede una sospensione sino a fine 2021 di alcuni degli obblighi previsti dall’accordo di ristrutturazione originario, tra cui l’obbligo di rispettare i parametri finanziari alle prossime date di verifica e l’obbligo di rimborsare alcune rate di indebitamento in scadenza.

SITUAZIONE DI CASSA E NUOVI ORDINI

Trevi sottolinea che non sono presenti situazioni di tensione di cassa, la società confida quindi che il percorso  intrapreso possa concludersi rapidamente e a tal proposito ha rilasciato dei dati relativi alle commesse ricevute nei primi 5 mesi del 2021; a tal proposito il gruppo ha ricevuto ordini per circa 284 milioni di euro +40% rispetto al 2020, in particolare la divisione Trevi ordini per 211 milioni di euro +19% e la divisione soilmec ordini per 75 milioni +260% .
Noi d’ investiresulweb.it riteniamo che la notizia sia molto positiva per Trevi e riteniamo positivi anche i dati sulla raccolta ordini dei primi mesi dell’ anno, il nostro giudizio sul titolo è buy, trevi potrebbe essere ad un punto di svolta approfittando del momento che dopo il covid potrebbe portare parecchi milioni da tutto il mondo nel settore delle infrastrutture.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *