Bonus 200 euro, chi non l’avrà mai

Il Bonus 200 euro promesso dal Governo Draghi sta per arrivare nelle tasche degli italiani. Saranno in tantissimi ad averne diritto, ma vediamo insieme chi invece non lo riceverà mai.

Il Bonus 200 euro è un’iniziativa varata dal Governo Draghi nel recente Decreto Aiuti, nel quale sono stati stabiliti incentivi, bonus e aiuti per i cittadini italiani in questo momento di crisi economica.

Chi non avrà bonus 200

I rincari sono alle stelle, dalle materie prime al gas e al petrolio, fatto che sta gravando molto sulle tasche dei cittadini, che hanno visto le bollette triplicarsi negli ultimi mesi. Per questo il bonus 200 euro sarà erogato ad una vasta platea di soggetti.

Il bonus sarà erogato automaticamente nello stipendio, in pensione, nella Naspi o facendo richiesta all’INPS per i lavoratori autonomi, nel mese di Luglio. Si tratta di una manovra che interesserà oltre 32 milioni di italiani ma qualcuno verrà escluso, e saranno molto di meno rispetto a chi lo riceverà.

Potranno infatti percepire il bonus tutti i lavoratori dipendenti, lavoratori autonomi, pensionati, disoccupati e lavoratori domestici come badanti e colf.

Bonus 200 euro: ecco chi verrà escluso e non lo riceverà

Intanto è necessario ricordare che avranno diritto al bonus soltanto tutti quei soggetti che contano un reddito annuo non superiore ai 35.000 euro, una limitazione che esclude già una buona fetta di persone. Vediamo il resto degli esclusi dal bonus 200 euro.

Chi non avrà bonus 200

Come accennato poco sopra, i percettori della disoccupazione Naspi avranno diritto al bonus, mentre gli inattivi e inoccupati sono esclusi dai possibili beneficiari. Il bonus 200 euro è compatibile anche con il Reddito di Cittadinanza ma c’è un ma.

L’INPS effettuerà dei controlli nelle famiglie che ricevono il Reddito di Cittadinanza, alle quali il bonus sarà erogato in automatico. I controlli serviranno ad accertarsi di chi ha già percepito il bonus, in quanto non può essere rilasciato due volte.