Benzina, il Governo promette altri aiuti. Ma fino ad Ottobre

Si discute in merito a un altro provvedimento per aiutare i cittadini con il prezzo della benzina: in cosa consiste e quanto dura

Da qualche giorno ormai il prezzo medio nazionale della benzina al self service ha sfondato il tetto dei due euro al litro. Parliamo di prezzi che erano già stati raggiunti agli inizi di marzo, ma quando ancora non era in vigore l’intervento del governo con il taglio dell’accisa a 30,5 centesimi a litro. Un provvedimento che era stato preso lo scorso 22 marzo.

Senza l’intervento del governo saremmo al record storico di 2,31 euro al litro. I rincari del greggio sui mercati hanno depotenziato i tagli delle accise. Nella maggioranza si sta pensando a un possibile tetto sul costo del carburante, quanto meno per i mesi estivi, con la proposta del Partito democratico presente tra gli emendamenti del decreto Aiuti.

Benzina, la proposta del tetto per il carburante

Come al solito ci sono sospetti di speculazioni e non si è assolutamente sicuri che le tensioni internazionali si allentino a breve. Serve quindi qualche provvedimento che vada oltre lo scontro che cade l’8 luglio, che anche in caso di proroga non basterà. Il Pd propone di fissare un tetto di 60 giorni con un Dpcm, sul proposta del Ministro della Transizione Ecologica che definisca un “prezzo massimo per la vendita dei carburanti”.

Lo stesso leader della Lega Matteo Salvini ha appoggiato la proposta, sostenendo di aver chiesto al ministro dell’Economia di rinnovare lo sconto benzina almeno per l’estate, perché andando avanti di questo passo si rischia di arrivare a pagare la benzina 3 euro al litro. Secondo i consumatori addirittura la misura andrebbe allungata anche dopo l’estate, fino alla fine dell’anno.

Ricordiamo poi che sul prezzo alla pompa incidono anche costi di estrazione, raffinazione e stoccaggio nonché il trasporto e la distribuzione finale. Anche in Inghilterra le cose non vanno molto meglio, con un pieno che è arrivato a costare 103 sterline, ovvero 125 euro.