Reddito di Cittadinanza, così il Governo lo trasforma in una rendita speciale

Reddito di Cittadinanza, ecco in che modo il Governo vuole trasformarlo per agevolare il settore del lavoro e gli stessi cittadini percettori del sussidio.

A breve è attesa la svolta clamorosa che potrebbe agevolare diverse aziende che sono alla ricerca di personale. I percettori del Reddito di Cittadinanza avranno la priorità, ecco cosa sta succedendo.

Il Governo è a lavoro per rendere compatibile il reddito di cittadinanza e il lavoro stagionale. Una misura, questa, molto utile che può permettere ai percettori di iniziare a lavorare nel settore turistico per i soli mesi estivi. Allo stesso tempo c’è la garanzia di mantenere una parte del Reddito di Cittadinanza. Il Ministro del Lavoro, Andrea Orlando e quello del Turismo Massimo Garavaglia e il ministro dell’Economia Daniele Franco, sono i fautori di questa iniziativa. Una misura necessaria a causa dell’emergenza che, le aziende turistiche hanno in questo periodo, nel reperire nuovo personale. Secondo le prime stime, infatti, ci sono oltre 300 mila posti di lavori da coprire in questi mesi estivi.

Bisognerà attendere ancora un po’ di tempo per capire se il reddito di cittadinanza sarà compatibile con il lavoro stagionale. Alcuni ritengono sia penalizzante un meccanismo che prevede il cumulo tra reddito di cittadinanza e lavoro ma la situazione riguardo il personale per il settore del turismo è davvero al collasso.

L’idea è quella di tagliare l’assegno del reddito di cittadinanza e, allo stesso tempo, svolgere una mansione stagionale. Dunque consentire il cumulo tra reddito e lavoro. In questo momento in Italia servono lavoratori stagioni. Il Governo è a lavoro per trovare una soluzione che possa favorire il più possibile le aziende che hanno problemi nel reperire personale.

I tre ministri Orlando, Franco e Garavaglia stanno lavorando per sbloccare questa situazione. C’è bisogno, poi, di una riforma più ampia che possa aprire e inserire in tempi celeri i percettori del Reddito di Cittadinanza nel mercato del lavoro. I tempi sono strettissimi ma si cerca una svolta immediata, almeno per l’estate.