Stipendio sicuro e vita tranquilla alle Poste, hai pochi giorni per provarci

Hai ancora pochi giorni per provare ad avere uno stipendio sicuro e una vita tranquilla alle Poste. Ecco cosa devi sapere.

Sono molti gli italiani che sono alla ricerca di uno stipendio sicuro e di conseguenza di una vita tranquilla. Oggi è possibile ottenere quello che si desidera grazie a Poste Italiane.

Il gruppo sta offrendo un’opportunità di lavoro mettendo a disposizione nuove posizioni. Si tratta di una vera e propria campagna di reclutamento che consiste nella ricerca di personale che abbia specifici requisiti. Per candidarsi è necessario presentare la domanda entro il 26 giugno. Nello specifico, tra i profili richiesti c’è quello dello sportellista. Oltre a ciò il candidato dovrà partecipare alle attività legate alla vendita e alla promozione dei prodotti nonché dei servizi offerti da Poste, oltre che espletare le procedure amministrative del caso. Tra i requisiti previsti per poter avere accesso alla predetta posizione c’è il diploma di Maturità con voto superiore a 70 per i diplomati dopo il 1998 e di 42 per tutti gli altri. La candidatura dovrà essere presentata recandosi sul sito di Poste cliccando sulla voce “Carriere Gruppo Poste Italiane”. Da qui si dovrà scegliere la voce “sportellista” e cliccare su “Invia candidatura ora”, fornendo tutte le informazioni personali.

Per quanto concerne lo stipendio che solitamente viene corrisposte ad uno sportellista che svolge attività lavorativa presso il Gruppo in questione, esso si aggira intorno ai 1200 euro al mese. Ovviamente, tale importo varia anche in base alla tipologia di contratto e dunque se si tratta della forma part-time o full-time. In tutti i casi, si tratta di un contratto di lavoro a tempo indeterminato. Alla luce di quanto appena detto, però, va precisato che tra i requisiti che non sono stati menzionati c’è anche quello di essere disponibile a spostarsi vicino a uno dei tanti uffici sparsi sul territorio italiano. A tal proposito, infatti, può essere utile sapere che la sede di lavoro potrebbe trovarsi in una delle tante sedi. Ciò detto, non resta altro da fare che affrettarsi ad inviare la domanda nel caso si fosse interessati in quanto entro il 26 giugno scadrà la possibilità di candidarsi per la nuova posizione.