“Interruzione della bolletta elettrica se non cambi gestore”. Cosa c’è di vero

In caso di mancata scelta del gestore, si potrebbe verificare un’interruzione della bolletta elettrica. Scopriamo quanto c’è di vero su questa ipotesi.

Molte persone si chiedono se, nel caso in cui non si effettui la scelta del gestore, si rischia l’interruzione della bolletta elettrica. Il passaggio al mercato libero che avverrà a partire da gennaio 2024 sta dando vita a degli inganni.

Entro questa data, in particolare, i consumatori dovranno eseguire il passaggio al mercato libero. A tal proposito, va precisato che non si tratta di un obbligo per cui coloro che temono un’interruzione della fornitura elettrica non hanno motivo di essere preoccupati. Qualora non si verificasse la scelta di un nuovo fornitore, difatti, in automatico si rientrerà in un servizio a tutele graduali che consiste in un percorso volto a favorire l’entrata del consumatore nel marcato libero. Esso, peraltro, è volto a garantire la continuità relativa alla fornitura elettrica. Va da sè che ciascun cliente avrà la possibilità di godere di tutto il tempo necessario per scegliere l’offerta migliore a cui aderire senza dunque subire alcuna interruzione per quanto concerne l’erogazione sia della luce che del gas.

Ciò significa che gli utenti possono scegliere tra le tante offerte in qualsiasi momento e soprattutto in base a quelle che sono le proprie esigenze. Questo, difatti, oltre a non comportare il blocco della fornitura non prevede oneri aggiuntivi per il consumatore. L’Autorità per l’energia ha, inoltre, messo a disposizione degli utenti che si trovano ad over fare la scelta relativa al fornitore di energia, un portale apposito. Qui, in particolare, si trovano tutte le offerte che tra l’altro possono essere confrontate tra loro per capire quali sono quelle più convenienti e adatte alle proprie esigenze. Nello specifico, è possibile stimare la spesa annua inserendo i consumi. Si tratta, senza dubbio, di un servizio molto utile che consente di compiere la scelta più conveniente in base a quelle che sono le proprie possibilità economiche oltre che i propri consumi. Alla luce di quanto appena detto, comunque, coloro che non hanno ancora effettuato il passaggio al mercato libero non corrono alcun rischio riguardo all’interruzione della fornitura elettrica.