Bollo auto: nel 2022 si possono chiedere sconti e rimborsi, come approfittarne

Il bollo auto è sicuramente una dura stangata per le famiglie italiane.

In questo periodo tutto aumenta di prezzo e per le famiglie pagare anche il bollo diventa sicuramente pesante.

Pixabay

Bisogna dire che il bollo dell’automobile è sempre stato una tassa molto odiata dalle famiglie un po’ come capita per il canone della TV.

Sconti e rimborsi molto utili

Ma per fortuna quest’anno c’è la possibilità di ottenere sconti e addirittura rimborsi integrali del bollo dell’auto.

Pixabay

Si tratta sicuramente di una opportunità interessante ed è il caso di vedere proprio come approfittarne. Innanzitutto bisogna ricordare che il bollo dell’auto scade l’ultimo giorno del mese successivo a quello dell’immatricolazione. Durante il lockdown i termini erano un po’ cambiati ma oggi sono tornati quelli di sempre. Pagare il bollo auto è un preciso dovere per il cittadino ma è vero anche che oggi si possono godere sconti del 10 o addirittura del 20% sul bollo. Per avere gli sconti del 10% o addirittura anche del 20% sul bollo dell’auto è molto importante verificare che la propria regione abbia attivato questa promozione per chi paga con domiciliazione sul conto corrente.

I casi di rimborso del bollo

Infatti molte regioni offrono lo sconto a quegli automobili che decidono di pagare il bollo con la domiciliazione sul conto. Ma sul bollo dell’auto si possono avere anche dei rimborsi. I rimborsi vengono erogati dall’ACI e si possono richiedere su un’apposita pagina del sito ufficiale. Il rimborso del bollo auto spetta in varie situazioni. Può ottenere il rimborso del bollo auto chi lo abbia pagato due volte oppure che abbia pagato una cifra eccessiva. Ma il rimborso del bollo spetta anche nel caso di rottamazione o di furto del veicolo. In questo caso il rimborso sarà parziale andrà a coprire soltanto il periodo per il quale il bollo non è dovuto.

Ecco come ottenerli

Ma il rimborso del bollo spetta anche nel caso in cui si rientri sotto la tutela della legge 104. Infatti la legge 104 offre i disabili proprio la possibilità di non pagare il bollo dell’auto. Dunque se si è pagato il bollo dell’auto e solo dopo aver pagato si rientra in una delle fattispecie previste dalla legge 104, ecco che si potrà richiedere il bollo dell’auto. Ma ricordiamo che la legge 104 offre veramente tantissimi vantaggi a chi rientri sotto la sua tutela. Infatti oltre a non pagare il bollo dell’auto ci sono numerosi agevolazioni anche sull’acquisto dell’auto e sulla sua gestione quotidiana.