Albergo pagato, rimborsi e scuse: ecco il “bonus” che puoi chiedere per le tue vacanza

Per le tue vacanze puoi chiedere l’albergo pagato e rimborsi che ti permetteranno di non rinunciare al meritato relax lo stop causato dalla pandemia.

A causa della pandemia, i viaggi hanno subito una battuta d’arresto ma per fortuna con l’abrogazione delle misure restrittive per contenere il virus, è possibile ritornare a viaggiare e a tal proposito devi sapere che puoi chiedere l’albergo pagato e rimborsi.

Con il boom di prenotazioni, in molti aeroporti si sta assistendo ad innumerevoli ritardi senza contare gli scioperi messi in atto dalle associazioni di categoria. A tal proposito, Unc e Codacons hanno deciso di presentare un esposto all’Antitrust con il quale hanno richiesto una verifica della legittimità degli scioperi messi in atto da alcune compagnie aeree. Secondo i sindacati, infatti, il caso che si sta verificando negli aeroporti è decisamente inaccettabile e per questo hanno chiesto che sia fatta luce sulla legittimità o meno che alcune compagnie decidano di cancellare voli senza dare spiegazioni ai passeggeri. A tal proposito, è bene sapere quali sono i diritti in capo a quest’ultimi. Tanto per cominciare, questi devono essere informati tempestivamente riguardo alla cancellazione del volo, almeno due settimane prima. Se ciò non avviene allora il passeggero può richiedere il rimborso integrale del biglietto che può andare dai 250 ai 600 euro. L’importo in particolare varia a seconda della lunghezza della tratta.

Va detto, peraltro, che in alternativa al rimborso la compagnia aerea può provvedere alla ricollocazione del passeggero su un altro volo che consenta lui di arrivare alla destinazione scelta, fornendo gratuitamente il pernottamento gratis in albergo prima della partenza nonché cibo e bevande. Nel momento in cui la compagnia aerea non offrisse la predetta assistenza anche in questo caso la normativa prevede delle specifiche azione che possono essere effettuate dal passeggero. Questo infatti può richiedere il rimborso per le spese effettuate relative al pernottamento. In questo caso però è necessario essere in possesso degli scontrini che documentano le stesse. Alla luce di quanto detto è molto importante che ciascun passeggero sia a conoscenza di quali sono i suoi diritti in modo tale da farli valere con le compagnie aeree.