€500 per tutti i figli a scuola: in scadenza l’aiuto più prezioso per gli ISEE bassi

Le famiglie con figli a carico stanno patendo in modo molto grave la fortissima inflazione.

Non solo tutto aumenta di prezzo ad un ritmo vertiginoso ma gli stipendi in Italia sono sempre più bassi e più precari gli italiani attendono con ansia aiuti più forti dal punto di vista sociale.

Pixabay

Ma ora un bel bonus da €500 per i figli a carico può arrivare a dare una mano veramente concreta agli ISEE bassi.

Un aiuto preziosissimo per le famiglie con figli a carico

Le famiglie in difficoltà in Italia sono un numero ormai esorbitante. Addirittura una famiglia su 12 è in condizioni di povertà assoluta.

Pixabay

Si può ben dire che i bonus del governo e degli enti locali non bastano mai a sostenere le famiglie sempre più in difficoltà. Ormai anche la scuola è diventata una spesa difficile da sostenere per le famiglie. Ma per fortuna questi aiuti fino a 500€, possono essere davvero utili. Si tratta di borse di studio erogate dalle regioni proprio per le famiglie con ISEE bassi. Dunque le singole regioni mettono in campo aiuti che possono arrivare a valere anche 500 euro.

Come chiederlo ed è sempre cumulabile con l’assegno unico

Ogni regione in modo autonomo sceglie se erogare direttamente la cifra oppure fornire i libri in maniera gratuita. Eppure ci sono anche regioni particolarmente generose. Infatti per esempio la regione Lombardia alle famiglie con ISEE basso che hanno i figli che frequentano la scuola secondaria superiore arriva ad erogare fino a 2.000€. E’ importante notare che questi aiuti sono sempre compatibili con l’assegno unico e dunque il fatto di beneficiarne, non preclude queste borse di studio. Quindi per le famiglie con ISEE basso diventa veramente determinante approfittare di queste borse di studio pensate proprio per loro. Per potersi dotare di questa cifra è fondamentale verificare il sito della propria regione già adesso.

Attenzione ai termini

Infatti molte regioni erogano questi bonus proprio in estate e dunque prima dell’inizio del prossimo anno scolastico. Andando sul sito della propria regione si potrà verificare se si rientrano nelle condizioni per poter usufruire della borsa di studio e quanto può valere concretamente.