1500 euro di bonus affitto, ma attenzione a dove abiti

Sono previsti 1500 euro di Bonus affitto ma bisogna fare attenzione a dove si abita: Ecco tutto quello che devi sapere al riguardo.

Lo Stato ha previsto la possibilità di usufruire di un bonus affitto da 1500 euro tuttavia per poter aver accesso all’agevolazione bisogna prestare molta attenzione a dove si abita.

 Il bonus affitto da 1500 euro nasce con l’intento di aiutare le famiglie che si trovano in particolari condizioni di difficoltà economica. Tale misura può essere applicata da ogni Regione che può decidere autonomamente l’applicazione di uno sconto sull’affitto. Questo dunque consente alle famiglie che ne presentano i requisiti di risparmiare anche di molto sul canone durante l’anno. Le regole peraltro variano da Regione a Regione così come i requisiti richiesti. A proposito di requisiti, il bonus affitto in Emilia Romagna prevede tra questi l’aver perso il lavoro e dunque essere in stato di mobilità o in cassa integrazione. Non solo, la misura in esame è rivolta ai lavoratori stagionali e precari che presentano un Isee 2021 non superiore a 35mila euro come anche ai nuclei familiari con un reddito basso non superiore ai 17.154 euro. In presenza dei predetti requisiti, è possibile fare la domanda al Comune di residenza dal 15 settembre e fino al 21 ottobre 2022, accedendo alla piattaforma messa a disposizione dalla Regione.

In Lombardia, invece, la procedura viene concessa nel caso in cui si presenti un Isee non superiore ai 26 mila euro e non si abbiano procedure di rilascio dell’abitazione in atto. Riguardo ai termini di presentazione della domanda, questa potrà essere inviata entro il 31 dicembre 2022. A breve, tra le altre cose, saranno pubblicati i bandi anche per la Regione Lazio e la Regione Puglia dove sono stati stanziati rispettivamente 28 e 6,9 milioni per aiutare le famiglie che si trovano in maggiori difficoltà. Ciò detto, si tratta senza dubbio di una misura molto importante per molte famiglie italiane per le quali la spesa relativa all’affitto risulta essere particolarmente incidente su quello che è il proprio reddito complessivo. Grazie a questa agevolazione dunque i nuclei familiari che faticano maggiormente a pagare l’affitto di casa possono beneficiare di una vera e propria boccata d’ossigeno.