Caro carburanti addio, c’è un bonus da 60 euro a settembre

A settembre è in arrivo un nuovo bonus da 60 euro: potrete dire addio al caro carburanti.

La guerra in Ucraina ha generato una serie innumerevole di conseguenze, in primis una crisi energetica senza precedenti. Questa infatti ha determinato un rialzo del prezzo dei carburanti davvero esorbitante con tutte le difficoltà comprensibili sull’economia delle famiglie italiane e non solo.

Proprio per questo, a partire da settembre sarà disponibile un bonus da 60 euro con il quale si potrà dire addio al caro carburanti. Si tratta nello specifico del bonus trasporti pubblici previsto dal Decreto Aiuti. Andrea Orlando e Enrico Giovannini, rispettivamente il Ministro del Lavoro e il Ministro delle Infrastrutture del Governo dimissionario di Mario Draghi, hanno presentato il decreto interministeriale per la sua attuazione. Si tratta di un buono previsto per la spesa effettuata per l’acquisto di un servizio di trasporto sia esso locale, regionale, interregionale o anche nazionale. In particolare, tra i requisiti necessari per l’ottenimento di questo buono che può arrivare fino a 60 euro c’è l’essere titolare di un Isee 2021 non superiore a 35mila euro. Va precisato che non si tratta di un buono che può essere ceduto e che è rivolto sia a studenti che lavoratori. La richiesta, infine, potrà essere avanzata a partire dal mese di settembre.

A proposito di questa nuova misura, Andrea Orlando ha commentato affermando che si tratta di un aiuto concreto agli italiani che utilizzano il trasporto pubblico. Il ministro tra l’altro ha anche rivelato che la misura rivolta a studenti, lavoratori, pensionati e dunque a tutti coloro che si spostano su gomma e su ferro, potrebbe divenire strutturale anche per il prossimo anno o almeno questo è l’intento del Governo. Dal canto suo Giovannini ha ribadito la volontà di aiutare le famiglie che versano in condizioni economiche di maggior precarietà. Queste mai come in questo periodo infatti si ritrovano a dover fare i conti con un aumento dei prezzi esorbitante in particolare per quanto concerne i carburanti. Senza contare poi che con la misura in esame si potrà anche incentivare il ricorso al trasporto pubblico locale da parte dei cittadini.