Cartelle esattoriali, massima attenzione alla data dell’8 agosto: cosa succede

Bisogna prestare molta attenzione alla data dell’8 agosto: ecco tutto quello che deve sapere il contribuente in materia di cartelle esattoriali.

La data dell’8 agosto è molto importante per tutti coloro che sono in debito con il Fisco. Coloro che non presteranno la dovuta attenzione alla predetta data, difatti, andranno incontro a problemi molto seri.

Il prossimo lunedì scade il termine per procedere al pagamento delle rate della rottamazione ter e del Saldo e stralcio. Per non perdere la possibilità di adempiere al pagamento a rate del proprio debito con il Fisco bisognerà rispettare la rata in scadenza il 31 luglio. Questa infatti è la data effettiva entro cui è stato fissato il termine per l’adempimento, tuttavia, a questa sono stati applicati i cosiddetti 5 giorni di tolleranza che nei fatti hanno fatto slittare la scadenza all’8 agosto. Ad ogni modo, la prossima rata da pagare è stata fissata al 30 novembre 2022 a cui anche in questo caso saranno applicati i cinque giorni di tolleranza per cui si dovrà procedere al pagamento entro il 5 dicembre 2022. Con riferimento alle modalità di pagamento, comunque, va detto che questo può avvenire mediante bollettino inviato dall’Agenzie delle Entrate. Quest’ultima, infatti, ha proceduto all’invio della Comunicazione delle somme dovute e dunque dei bollettini con i quali effettuare i versamenti. In ogni caso, qualora non ne foste più in possesso potete scaricarli effettuando l’accesso sul sito delle Entrate dove potrete richiederne una copia.

Va ricordato infine che il mancato pagamento delle rate o anche il ritardo prevede delle conseguenze piuttosto pesanti per il debitore. Quest’ultimo, infatti, non avrà più diritto a richiedere una rateazione ordinaria, perdendo anche gli sconti previsti sulle sanzioni nonché sugli interessi di mora garantiti invece dalla Rottamazione ter. Oltre a ciò, tutti i versamenti dapprima effettuati saranno considerati dal Fisco come un acconto di quella che è invece la somma dovuta dal contribuente. Ciò detto, il consiglio è quello di procedere al pagamento della rata in scadenza l’8 agosto per evitare di andare incontro a problemi seri con l’Agenzia e dunque alla decadenza di tutte le agevolazioni previste in seguito all’amissione alla Rottamazione ter.