Sequestro auto se non paghi il bollo: vediamo come funziona la tremenda novità

Sul bollo dell’auto arrivano notizie sia positive che negative e vediamo come sfruttare le novità positive ma anche evitare le stangate.

Il bollo dell’auto è una tassa che va pagata necessariamente entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello di immatricolazione della vettura.

Pixabay

Questo è un termine davvero importante da ricordare perché il bollo dell’auto non scade lo stesso giorno per tutti gli italiani ma ha 12 scadenze diverse.

Stangata e risparmio sul bollo

Tuttavia se il ritardo nel pagamento del bollo dell’auto si protrae per troppo tempo scatta addirittura il sequestro del veicolo.

Pixabay

Prima di vedere questa misura così dura però è anche fondamentale ricordare che oggi ci sono delle notevoli possibilità di risparmio sul bollo dell’auto. Infatti sul bollo auto gli italiani possono avere uno sconto del 20%. Tante regioni italiane consentono di avere uno sconto del 20%, se si paga il bollo auto con domiciliazione sul conto. Quindi tutti quegli automobilisti che pagheranno il bollo auto con la domiciliazione potranno avere lo sconto del 20%. Ci sono anche automobilisti che sono esonerati completamente dal bollo auto ma parliamo di tre categorie molto particolari.

Esonero e sanzioni: come funziona

Sono soltanto le auto elettriche, le auto d’epoca e le auto coperte dalla legge 104 a poter beneficiare delle esonero dal bollo. In tutti gli altri casi si può chiedere soltanto lo sconto del 20%. Ma come dicevamo se non si paga entro i termini il bollo dell’auto può scattare addirittura il sequestro. In realtà lo Stato concede un determinato tempo per rimettersi in regola ma la multa diventa sempre più elevata. Vediamo come funziona: per poche settimane o mesi di ritardo la multa sarà piuttosto bassa.

Sequestro

Il fatto è che la sanzione per il ritardo nel pagamento del bollo dell’auto aumenta progressivamente proprio in base al tempo. Quindi all’inizio la sanzione sarà piuttosto bassa ma superato l’anno sarà decisamente elevata. Scattati tre anni di mancato pagamento del bollo dell’auto arrivano sicuramente le sanzioni più pesanti. Infatti dopo tre anni c’è il ritiro delle targhe e della carta di circolazione. A quel punto l’auto deve essere tolta dalla strada perché se questo non viene fatto verrà sequestrata. Quindi sul bollo dell’auto è importante tenere presenti sia le grandi occasioni di risparmio ma anche le pesanti conseguenze se non ci si mette in regola.