Con l’aumento dei tassi sul mutuo è fondamentale sapere come muoversi per poter risparmiare.

All’inizio di Settembre, il Consiglio direttivo della Banca Centrale Europea ha assunto la decisione di procedere con l’innalzamento dei 3 tassi relativi ai mutui di 75 punti base. Molto probabilmente entro fine mese si procederà con un ulteriore incremento che potrebbe determinare un ennesimo aumento dei tassi.

Mutui

Chiaramente, questa situazione vedrà i cittadini come vittime principali. Coloro che si stanno accingendo all’apertura di un mutuo ma anche chi lo ha già avviato, infatti, stanno facendo fronte ad una situazione piuttosto incerta. Questa è dovuta in particolare all’inflazione galoppante, registrata sull’8,9 % nel mese di settembre, e conseguentemente al caro bollette. Si tratta di fenomeno che stanno letteralmente indebolendo la capacità degli italiani di sostenere oneri e spese. In particolare, la spinta inflazionistica ha finito per riversare le sue conseguenze anche nel mercato l’immobiliare, non a caso, l’indice dei prezzi relativo alle abitazioni è balzato ad un +5,2% rispetto all’anno scorso attestato sul 2,3%. La mossa della Bce nasce dalla volontà di contrastare l’inflazione conducendola a valori più bassi rispetto a quelli registrati fino ad ora che difatti risultano essere i più alti in tutta la storia dell’Eurozona.

In ogni caso, come accennato poc’anzi, si tratta di una decisione che finirà per avere conseguenze soprattutto su famiglie e imprese che andranno incontro ad un inevitabile aumento dei mutui. Va precisato, com’è ovvio, che questa condizione riguarderà solamente i tassi variabili. Di conseguenza coloro che hanno già stipulato un mutuo a tasso fisso non dovrà fare i conti con le fluttuazioni del mercato. In un simile contesto, coloro che invece si troveranno ora a sottoscrivere un mutuo a tasso fisso pagheranno chiaramente interessi superiori rispetto a quelli pagati da chi lo hanno già avviato. Alla luce di quanto detto, è importante che il Governo decida di agire in maniera concreta in soccorso delle famiglie e anche delle imprese che difatti stanno affrontando un caro vita generalizzato che potrebbe finire per creare un malcontento generale con tutte le conseguenze del caso sull’intera tenuta del Paese. Ciò detto non resta che auspicare un cambiamento di rotta rispetto all’andamento attuale.

Impostazioni privacy