Cambiano le regole in merito al riscaldamento: 

Il caro bollette sta divenendo insostenibile per questo è entrato in vigore il Piano Nazionale di contenimento dei consumi del Gas. L’obiettivo di chiarato è quello di aiutare le famiglie italiane a far fronte agli incrementi in bolletta.

Riscaldamento, nuove regole / Foto Ansa

Alla luce di questo è importante sapere quali sono le nuove regole che saranno applicate per l’inverno 2022-2023.

Riscaldamento: le nuove regole

Sono state introdotte nuove regole in merito al riscaldamento. In particolare, il periodo di inizio è stato rimandato di 8 giorni e quello di fine anticipato di 7, mentre l’accensione durante il giorno è stata slittata di un’ora. A tal proposito, va precisato che laddove dovessero venirsi a creare situzione emergenziali dovute al clima, i Comuni potranno autorizzare l’accensione del riscaldamento se non per una durata ridotta durante il giorno.

Riscaldamento, nuove regole / Foto Pixabay

In ogni caso, si è deciso di intervenire anche per quanto concerne i valori della temperatura: anziché 20° quest’ultima dovrà arrivare a massimo 19°. Queste nuove regole però non saranno applicate negli ospedali, nelle case di cura, nelle cliniche come anche negli asili nido. Gli edifici che non saranno soggetti a queste restrizioni saranno anche quelli adibiti a piscine, saune e quelli destinati ad attività industriali.

Il risparmio per le famiglie

In ogni caso, sulla base di quelle che sono le nuove regole per gli italiani sarà possibile beneficiare di un risparmio in bolletta piuttosto cospicuo. Da alcune stime infatti è emerso che per una famiglia composta da 4 membri, la cifra si attesterà sui 265 euro. Si tratta senza ombra di dubbio di una notizia che sarà apprezzata da tantissimi cittadini che ormai da mesi si stanno ritrovando nella situazione di dover fronteggiare un incremento dei prezzi in bolletta insostenibile.

Com’è chiaro, per ottenere un risparmio ancor più consistente il consiglio è quello di fare molta attenzione ai consumi in casa cercando in ogni modo di ridurre il più possibile gli sprechi. Mai come in questo periodo infatti è indispensabile cercare di risparmiare quanto più possibile per evitare di ritrovarsi con l’acqua alla gola a fine mese.

Impostazioni privacy