Svelati i motivi per il quale non c’è bisogno di alcun rincaro per quanto riguarda il prezzo del caffè. 

In un periodo di crisi economica la popolazione ha dovuto far fronte a degli aumenti anche per quanto riguarda le spese quotidiane come l’acquisto di un caffè, per esempio. Un proprietario di un bar, però, spiega i motivi per il quale è una truffa aumentare il costo del caffè.

Caffè truffa rincari – investiresulweb

Questa è la storia di un bar in provincia di Biella, a Cossato più precisamente, in Piemonte in un comune italiano di quasi 14 mila abitanti. Il prezzo del caffè nel bar Fante di cuori è rimasto a 70 centesimi, l’equivalente in euro di 1500 lire. I proprietari e gestori della struttura, Orlando Paladino e Rosina Furiati, nel corso di un’intervista a FanPage, hanno raccontato e spiegato i motivi della loro scelta e perché hanno deciso di non aumentare, negli anni,  il prezzo del caffè.

“Caffè sempre a 70 centesimi” il bar che ti spiega come i rincari sono una truffa

Ecco quale dovrebbe essere il prezzo ideale per acquistare un caffè in un bar. Secondo la signora Furati, moglie e proprietaria insieme al marito Paladino del bar a Cossato in provincia di Biella, “la cifra ideale per prendere un caffè dovrebbe essere 90 centesimi”.

Perché nel loro bar, Fante di cuori, il prezzo è di 70 centesimi?

Abbiamo deciso di dare un esempio, alcuni aumenti sono ingiustificati in un periodo di crisi come questo. Un corriere, che si è fermato nel nostro bar, ci ha raccontato che in tangenziale ha pagato un caffè 1,70 euro.

I proprietari della struttura spiegano i motivi di tale differenza per il prezzo di un caffè tra un bar in paese ed uno in tangenziale.

“Con l’entrata dell’euro è cambiato tutto. Noi dall’inizio abbiamo deciso di mettere a 70 centesimi il prezzo del caffè. Da quel momento non abbiamo più aumentato. E’ una tradizione che vogliamo portare avanti, quando decideremo di vendere l’attività chiederemo di mantenere invariato il prezzo del caffè”. 

Caffè a 70 centesimi, Italia, investiresulweb
Caffè a 70 centesimi, Italia, investiresulweb

Rincari sul caffè, una truffa

Ecco perché secondo i proprietari del Bar non serve aumentare il prezzo del caffè:

“Non dobbiamo rimetterci noi ma allo stesso tempo ci fa piacere vedere le persone soddisfatte del servizio e del caffè”, spiega Orlando Paladino che ha il bar a Cossato dal 1995. “Per noi è la normalità avere vendere una tazza di caffè a 70 centesimi, sinceramente non ci aspettavamo tutto questo clamore”.

Impostazioni privacy