Ecco cosa prevede l’articolo 1, comma 76 della legge di bilancio 2023 e perchè ha inserito la possibilità di sconti del 50% sulle seconde case.

Lo European Climate Pact ha favorito la nascita di diversi progetti, fra cui anche EU Green Home, ribattezzato in Italia come Direttiva Case Green. Il settore edilizio consuma fino al 40% dell’energia totale in EU: per questo motivo, si mira all’ambizioso obiettivo di ristrutturare 35 milioni di edifici entro il 2030, creando oltre 160.000 nuovi posti di lavoro.

Sconti del 50% sulle seconde case: cosa sta accadendo - Investire sul web.
Sconti del 50% sulle seconde case: cosa sta accadendo – Investire sul web.

Entro l’anno 2030 tutti gli edifici dovrebbero trovarsi in una classe energetica compresa fra A1 ed E. Entro il 2033, invece, nessun edificio dovrebbe essere al di sotto della classe energetica D. Non è ancora chiaro cosa dovrebbe succedere a chi non è in grado di ristrutturare l’abitazione entro i termini: potrebbe non essere consentito affittare.

Sconti del 50% sulle seconde case: cosa sta accadendo

La Direttiva Case Green ha riscosso molto successo fra i più giovani. Guardando al portale climate-pact.europa.eu si scopre che anche Virginia Raggi, ex sindaco di Roma, e Arno Kompatscher, Presidente della provincia autonoma di Bolzano, sono ambasciatori. La prima si propone di promuovere la mobilità sostenibile e ridurre i rifiuti, il secondo promette di attingere alla ricchezza culturale di Bolzano e quella degli europei.

Fra in numerosi ambasciatori della Direttiva Case Green ci sono anche Virginia Raggi e Arno Kompatscher - Investire sul web.
Fra in numerosi ambasciatori delle ‘Case Green’ ci sono anche Virginia Raggi e Arno Kompatscher – Investire sul web.

Se la Direttiva Case Green non riscuote pareri favorevoli dalla maggior parte degli italiani, che temono di dover sborsare molti soldi in ristrutturazioni, c’è una buona notizia che arriva dalla legge di bilancio 2023. Per coloro che hanno acquistato una casa residenziale, ci sarebbe la possibilità di detrarre il 50% dell’IVA.

I requisiti per avere lo sconto sull’acquisto della seconda casa

Per poter usufruire dello sconto IVA del 50% bisogna rispettare alcuni requisiti. L’acquisto della nuova abitazione deve essere effettuato entro il 31 dicembre 2023. Inoltre, l’acquisto deve riguardare “unità immobiliari a destinazione residenziale, di classe energetica A o B ai sensi della normativa vigente, cedute da organismi di investimento collettivo del risparmio (OICR) immobiliari o dalle imprese che le hanno costruite“.

La Direttiva Case Green ha come presupposto che le case sono inquinanti - Investire sul web.
La Direttiva Case Green ha come presupposto che le case sono inquinanti – Investire sul web.

Il portale web FiscoOggi ha esaminato la normativa, ed ha concluso che lo sconto del 50% valga anche per la seconda casa: “Non avendo previsto il legislatore, come condizione per usufruire dell’agevolazione, l’utilizzo ad abitazione principale dell’immobile acquistato, si ritiene che il beneficio possa spettare anche per comprare una seconda casa“.

Non solo Case Green: alcune delle iniziative dello European Climate Pact

Lo European Climate Pact si pone degli obiettivi molto ambiziosi per quanto riguarda le abitazioni. Non solo ha abbracciato di fatto le proposte dell’Agenda 2030 del Word Economic Forum, ma ambisce anche a creare un nuovo Bauhaus europeo. In altre parole, si vorrebbe ripensare completamente al modo di vivere degli europei.

Questo ovviamente determinerebbe alcune importanti riflessioni in ambito culturale, artistico, tecnologico, scientifico e di inclusione sociale. Il progetto fornisce anche alcuni consigli su come risparmiare energia. Ad esempio, consiglia di non usare il termostato oltre una certa temperatura, e di preferire il ventilatore all’aria condizionata.

Impostazioni privacy