Nel 2023 si può avere un impianto energetico a costo zero. Ecco come si chiamano i finanziamenti a fondo perduto e come accedervi.

Il piano di Transizione Energetica della Commissione Europea si era dato l’obiettivo di ridurre le emissioni del gas effetto serra del 20% entro il 2020. Sempre entro la stessa scadenza, l’utilizzo delle energie rinnovabili sarebbe dovuto salire del 20%. In realtà, l’adozione della cosiddetta energia “pulita” in Italia trova diverse difficoltà.

Come avere l'impianto energetico con i finanziamenti a fondo perduto
Impianto energetico a costo zero, come puoi averlo nel 2023 – Investiresulweb

Wired spiega che nello Stivale ci sarebbero potenzialmente 40 GWh da fotovoltaico. La messa in opera di questa potenza potrebbe avvenire addirittura in soli 18 mesi. Ci sarebbero progetti di investimento privato che, a fine 2022, avevano un valore complessivo di circa 35 miliardi di euro. Ciò che li bloccherebbe sarebbe la burocrazia.

La burocrazia da seguire per installare pannelli fotovoltaici

GSE, il Gestore Servizi Energetici, spiega qual è l’iter da seguire per ottenere l’approvazione del proprio impianto fotovoltaico. Bisogna innanzitutto ottenere l’Autorizzazione Unica, detta AU, così come sancito dall’articolo 12 del D.Lgs. 387/2003. Va effettuata solamente quando si superano determinate soglie di potenza.

Ecco dove è più conveniente mettere in opera un impianto energetico in Italia
La resa degli impianti energetici in Italia secondo la Commissione Europea – Investiresulweb

Si procede alla PAS, Procedura Abilitativa Semplificata, oppure alla Comunicazione al Comune, così come dettagliato dal D.Lgs. 28/2011. Sono utili per impianti al di sotto di una certa potenza e devono essere consegnate al Comune entro 30 giorni dall’inizio dei lavori. Si provvede quindi alla Dichiarazione di Inizio Lavori Asseverata, ai sensi dell’art. 6 bis del D.Lgs. 28/201, e poi all’Attività in Edilizia libera, aggiornata dal D.Lgs. 222/2016.

Perchè quando si parla di fotovoltaico la Cina è molto importante

Chi è interessato alla messa in opera di un impianto fotovoltaico deve anche monitorare gli sviluppi geopolitici. Gran parte dei pannelli e delle materie prime necessarie, infatti, sono prodotte in Cina. Secondo Bloomberg, la Terra del Dragone starebbe pensando all’embargo sui wafer ultrasottili di silicio, di cui è responsabile del 97% della produzione globale.

La variazione dei costi da tenere in considerazione per installare un impianto energetico
Variazione del prezzo dei pannelli fotovoltaici in percentuale, -Investiresulweb.

Roberto Cingolani, Ministro della Transizione Ecologica del governo Draghi si era lamentato della burocrazia che rallenta la messa in opera dei pannelli fotovoltaici. Aveva dunque espresso il desiderio che il 2023 fosse l’anno in cui molte pratiche fossero sbloccate. Bisogna dire che quest’anno c’è anche la possibilità di installare pannelli quasi a costo zero.

Impianto energetico a costo zero, come averlo nel 2023

Nel 2023 si può avere l’impianto energetico a costo zero grazie ai finanziamenti a fondo perduto per il reddito energetico. I requisiti per l’accesso a questa misura sono definiti regionalmente. È chiesto di produrre il reddito ISEE, che nella Regione Lazio non deve essere superiore a 35.000 euro, mentre nelle altre Regioni deve essere sotto i 20.000 euro.

Ci si potrà quindi vedere finanziato l’intero impianto fotovoltaico, e bisognerà firmare una convenzione con GSE. Per accedere ai fondi, infatti, bisognerà provvedere alla messa in opera di un impianto che cederà l’energia in eccesso a GSE. I fondi si possono richiedere anche per il mantenimento, l’esercizio e l’assicurazione degli impianti.

Impostazioni privacy