Ci sono ottime notizie per tutti riguardo l’ultima bolletta del gas. Si può infatti sperare che i prezzi continuino a scendere: ecco le motivazioni.

A fine dicembre 2022, in piena speculazione sui mercati energetici, l’Unione Europea aveva deciso di introdurre un tetto al prezzo del gas. Oltre i 180 euro per MWh, quindi, si attiveranno delle misure di sicurezza prestabilite. Tutto questo avverrà per un lasso di tempo di un anno, ovvero fino al prossimo dicembre 2023.

gas buone notizie
Bolletta del gas, ottime notizie per tutti- Investiresulweb

Ad inizio febbraio, il giornalista Seymour Hersh ha illustrato sul New York Times il probabile coinvolgimento degli USA e della Norvegia nell’esplosione del Nord Stream. Sebbene le prove non siano pubbliche, si può concludere senza esitazioni che l’evento del 18 novembre 2022 ha definitivamente cambiato il mercato energetico europeo.

Bolletta del gas, arrivano ottime notizie per tutti

Subito dopo l’attentato al Nord Stream si pensò che il prezzo del gas potesse di nuovo esplodere sulla borsa TTF di Amsterdam. A settembre, infatti, aveva ampiamente superato il prezzo di 320 euro per MWh, considerato insostenibile da tutte le principali economie europee. Continuare con quei prezzi avrebbe significato la sicura bancarotta della UE.

Il comportamento della borsa di Amsterdam, invece, fu imprevedibile. Dopo un iniziale innalzamento dei prezzi da 120 a 130 euro per MWh, il prezzo spot ha iniziato inesorabilmente a scendere. Questo trend persiste fino a metà febbraio, dove i prezzi sono tornati per la prima volta sotto i 50 euro per MWh.

L’andamento del prezzo sulla borsa TTF: da cosa è influenzato

Bisogna tornare ad agosto 2021 per vedere il prezzo del gas sotto i 50 euro per MWh. In quel momento l’inflazione energetica stava già surriscaldando tutti i mercati delle materie prime, compreso anche il gas ed i prodotti petroliferi. A giugno 2020, infatti, il costo del gas sulla borsa TTF di Amsterdam era fissato a soli 4,50 euro per MWh.

gas quando conviene
Ecco cosa sta succedendo con il gas-Investiresulweb

Si è dunque ancora molto lontani dal vedere prezzi che possono essere considerati accettabili. L’andamento dei mercati, però, fa sperare che l’Arera, l’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente, possa definire un ulteriore e sostanzioso calo nella bolletta del gas proprio ad inizio di marzo. Ad inizio febbraio il calo deciso ammontava al -34,2%.

Non tutti potrebbero vedere i prezzi scendere come indicato da Arera: ecco perchè

Ci sono due informazioni fondamentali che i consumatori italiani devono sapere riguardo la loro bolletta del gas. I prezzi Arera si riferiscono al mercato a maggior tutela. Coloro che hanno deciso di abbandonarlo, di conseguenza, potrebbero trovarsi dei prezzi anche di molto differenti da quelli annunciati a mezzo comunicato stampa dall’Ente.

Da gennaio a maggio di ogni anno i prezzi del gas scendono ciclicamente, influenzati anche dall’andamento del dollaro americano e del petrolio. A partire da giugno il costo del gas comincia a risalire. Questo è dovuto principalmente al fatto che in questo periodo i vari Stati cominciano di nuovo a riempire gli stoccaggi di gas in vista dell’inverno.

Impostazioni privacy