C’è una cosa che puoi fare se hai perso i documenti e vorresti accedere alla rottamazione dei debiti. Ecco la procedura per ottenere il Prospetto informativo.

La rottamazione dei debiti del 2023 è prevista per tutti i carichi affidati all’Agenzia delle Entrate – Riscossione dal 1° gennaio 2000 al 30 giugno 2022. La sanatoria è prevista anche per chi aveva aderito alle precedenti rottamazioni, e si dovrà rimborsare solamente il debito, escludendo quindi gli oneri, l’aggio, sanzioni ed interessi.

rottamazione debiti cosa fare
Rottamazione debiti, ecco cosa devi fare se perdi i documenti – Investire sul web.

Si tratta di una misura particolarmente favorevole ai cittadini indebitati, che cerca anche di chiudere definitivamente le vecchie pendenze. Secondo quanto aveva accennato Mario Draghi, infatti, l’Agenzia delle Entrate avrebbe dei problemi nel riuscire a riscuotere i vecchi debiti, soprattutto le piccole somme.

Rottamazione debiti, cosa fare se perdi i documenti

Mentre lo stralcio dei debiti di importo inferiore a 1.000 euro avviene in automatico ed ai contribuenti non è richiesto di far nulla, per la rottamazione dei debiti bisogna presentare la domanda entro il 30 aprile 2023. Questo significa che dopo aver capito se i propri debiti possono essere rottamati bisogna fare la domanda all’Agenzia delle Entrate – Riscossione.

rottamazione debiti
Rottamazione dei debiti, cosa c’è da sapere – Investire sul web.

Per poter presentare domanda di rottamazione bisogna fornire i propri dati insieme al numero della cartella esattoriale. È molto importante conoscere infatti il numero della propria cartella di pagamento, senza il quale non si può neanche fissare un appuntamento con l’Agenzia delle Entrate – Riscossione per chiedere dei chiarimenti.

Cosa fare se si sono persi i documenti: il Prospetto informativo

Può capitare, però, di smarrire la propria cartella esattoriale. Nel caso in cui non si ricordi più il numero della cartella che si vuole rottamare, da metà febbraio l’Agenzia delle Entrate – Riscossione ha messo a disposizione un nuovo strumento. Il Prospetto informativo, infatti, indica il numero delle cartelle che possono accedere alla rottamazione dei debiti.

Si può ottenere il proprio Prospetto informativo con due procedure diverse. Senza fare l’accesso alla propria area riservata, si può visitare www.agenziaentrateriscossione.gov.it. Cliccando sulla sezione “servizi“, apparirà l’opzione di scelta “Definizione agevolata – Richiedi il Prospetto informativo (area pubblica)“.

Le due possibilità: la procedura in area pubblica ed in area riservata

Per chiedere dall’area pubblica il Prospetto informativo bisognerà quindi inserire il proprio codice fiscale nel campo richiesto, allegare un documento di identità ed inserire il proprio indirizzo e-mail. La procedura può anche essere effettuata accedendo alla propria area riservata con SPID, CIE o carta nazionale dei servizi.

rottamazione debiti
Ecco cosa bisogna fare se si perdono i documenti per la rottamazione dei debiti – Investire sul web.

L’Agenzia delle Entrate – Riscossione dovrebbe mettere a disposizione a breve anche un form. Lo scopo dello strumento sarebbe confermare quali debiti possono accedere alla rottamazione. Per chiedere assistenza e chiarimenti si può chiamare il contact center al numero 060101. Gli operatori sono disponibili dal lunedì al venerdì, dalle 8:00 alle 18:00.

Impostazioni privacy