STELLANTIS azioni borsa- La mancanza di semiconduttori fa calare al 40% la capacità  di produzione negli impianti italiani

STELLANTIS azioni borsa- La mancanza di semiconduttori fa calare al 40% la capacità di produzione negli impianti italiani

Eni ha dichiarato ieri di aver avviato l`iter di IPO del business che integra retail gas & power (Eni Gas e Luce) e rinnovabili (Retail + Renewables). Eni manterrà la partecipazione di maggioranza nella nuova società quotata e punta a completare l`operazione nel corso del 2022, in base alle condizioni di mercato.

Il business R+R è atteso raggiungere €1.2 mld di EBITDA nel FY25, di cui €0.4 mld dal business delle rinnovabili guidato dall`aumento della capacità dall`attuale >1GW a >6GW nel 2025 grazie alla pipeline di progetti. L`EBITDA guidance FY21 su R+R=€0.6 bn

Apprezziamo che l`IPO sia stata considerata come la migliore soluzione per valorizzare il business. Riteniamo inoltre che l`IPO possa creare valore: 1 permettendo l`accelerazione del processo di transizione energetica e i relativi investimenti tramite la riduzione del debito; 2. quotando una società che avrà multipli significativamente superiori a quelli di Eni; 3. Rendendo indipendente dal punto di vista operativo e finanziario la nuova società che potrà attrarre investitori (debito e equity) preclusi alle società esposte al oil&gas.

Il titolo tratta a 3.5x EV/EBITDA sul FY22 (@ $70/bbl Brent). Pensiamo che il mercato non riconoscerebbe un multiplo da “rinnovabili” a quei progetti all`interno di (o all`interno di una compagnia petrolifera in generale) se non ci fosse un catalyst destinato a far realizzare quel valore ha dichiarato Eni s.p.a. Gli analisti ritengno che la valorizzazione del business retail (EGL) potrebbe essere in un range implicito High Single Digit (HSD, 7x-8x) EV/EBITDA, mentre le energie rinnovabili potrebbero raggiungere multipli impliciti in un range low to mid teens (10x-15x). In caso di IPO individuiamo quindi un range di EV fra €9 e €11.5 bn per R+R rispetto a quella più conservativa al momento inclusa nel nostro target price (nella SOP) di €7 bn e il valore implicito di mercato a ~€4 bn.

Le azioni Eni negli ultimi giorni sono aumentate di valore e anche oggi sono in crescita, sostenute dall’aumento del prezzo del petrolio che ha superato abbondantemente gli 80 dollari per il wti, e 83 dollari per il Brent. 

Eni, Equita alza Tp a 13,5 euro

-Equita Sim ha alzato del 4% a 13,5 euro il prezzo obiettivo su Eni (+1,57% a 12,044 euro), confermando la raccomandazione buy. Gli analisti hanno migliorato le stime di Ebit 2021-2022 del 3% “grazie al rialzo del prezzo del gas” e per tener conto del mark to market del prezzo del Brent nel terzo trimestre 2021.

La nostra raccomandazione è buy prezzo obiettivo 14 EUR da raggiungere entro fine anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *