Intermonte azioni, prezzo collocamento Ipo a 2,8 euro, capitalizzazione 101,3 mln

Intermonte azioni, prezzo collocamento Ipo a 2,8 euro, capitalizzazione 101,3 mln

Intermonte Partners Sim, holding di controllo di Intermonte, ha fissato a 2,8 euro il prezzo unitario di sottoscrizione delle azioni per lo sbarco sul mercato Aim di Borsa Italiana per una capitalizzazione di 101,3 milioni.

 

Il prezzo finale si colloca nella parte alta della forchetta tra 2,6 e 2,9 euro fissata qualche giorno fa.

 

La domanda è stata pari a circa tre volte l’offerta con una forte partecipazione di investitori esteri (40%), dice una nota.

 

Il controvalore dell’offerta è di 38,5 milioni di euro (includendo la greenshoe). Il flottante sarà pari al 38%, considerando la greenshoe.

 

La società, gli azionisti venditori e il top management di Intermonte hanno assunto alcuni impegni di lock-up, in linea con la prassi di mercato per operazioni similari, per i primi 12 mesi su tutte le proprie azioni.

 

Ciascun azionista titolare di più dell’1% del capitale votante ha assunto un ulteriore impegno di lock-up, per i successivi 12 mesi, sul 50% delle azioni ordinarie possedute alla data di inizio delle negoziazioni.

 

Inoltre il top management e i soci fondatori hanno sottoscritto un patto parasociale che prevede un lock-up di 36 mesi a partire dalla data di inizio delle negoziazioni, con riferimento al 21,3% circa del capitale sociale detenuto.

 

L’operazione di quotazione su Aim di Intermonte è stata seguita da Intesa Sanpaolo in qualità di Global Coordinator, Bookrunner e Specialist, da Intermonte Sim come Co-Lead Manager e da Bper Banca in qualità di Nomad.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *