Banca MPS azioni – Unicredit – Indiscrezioni giornalistiche su stallo delle trattative tra UCG e MEF su BMPS

Banca MPS azioni – Unicredit – Indiscrezioni giornalistiche su stallo delle trattative tra UCG e MEF su BMPS

Secondo indiscrezioni riportate dal Financial Times, la trattativa tra Unicredit e il MEF su MPS sarebbe giunta in una fase di stallo, che non solo potrebbe far aumentare i tempi di un`eventuale chiusura, ma anche portare ad un esito negativo delle negoziazioni. La distanza tra le parti si sarebbe materializzata sull`entità del rafforzamento patrimoniale di BMPS per garantire ad UCG la capital neutrality dell`operazione, con il MEF che non vorrebbe discostarsi eccessivamente dai 2.5bn di aumento di capitale previsto nello scenario standalone condiviso con BCE, mentre UCG – secondo le indiscrezioni – riterrebbe necessari più di 5bn (secondo La Stampa, il MEF sarebbe pronto ad arrivare a 5bn, ma UCG riterrebbe necessari fino a 7bn).

Fonti vicine al MEF avrebbero negato l`indiscrezione secondo cui il Tesoro avrebbe sondato BCE per negoziare una proroga dei termini di uscita dal capitale della banca.

Sebbene vediamo ancora UCG come il principale interlocutore per BMPS (secondo Il Messaggero, Orcel avrebbe fissato il termine per un term-sheet entro il 27 ottobre), riteniamo che un`eventuale interruzione delle trattative con il MEF possa rappresentare una notizia negativa nel breve termine per UCG. Allo stesso tempo però valuteremmo positivamente la disciplina del management nel non dover perseguire la trattativa a tutti i costi (aumentando il rischio di execution del deal e riducendo il potenziale di value-creation). In caso di fallimento dell`operazione UCG-BMPS, vediamo un read-across positivo per BAMI, in quanto crediamo possa aumentare l`appeal speculativo in relazione ad un eventuale M&A con UCG.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *