Snam azioni: utile netto in miglioramento nei primi nove mesi dell’anno

Snam azioni: utile netto in miglioramento nei primi nove mesi dell’anno

Snam chiude i 9 mesi con un utile netto adjusted di gruppo pari a 938 milioni di euro (+65 milioni; +7,4% a/a) rispetto al corrispondente valore raggiunto nei primi nove mesi 2020 (873 milioni di euro). I ricavi totali ammontano a 2.334 milioni di euro, in aumento di 302 milioni di euro (+14,9%) rispetto ai primi nove mesi del 2020, per la crescita dei ricavi regolati e di quelli dei nuovi business della transizione energetica, con riferimento in particolare all’efficienza energetica. Sull’aumento dei ricavi ha altresì inciso il rilascio di poste patrimoniali pregresse (+17 milioni di euro). Il margine operativo lordo adjusted dei primi nove mesi 2021 ammonta a 1.716 milioni di euro, in progresso di 46 milioni di euro (+2,8%) rispetto al corrispondente valore dei primi nove mesi 2020, per la positiva performance del business regolato (+48 milioni di euro; +2,9%). L’utile operativo adjusted dei primi nove mesi 2021 ammonta a 1.115 milioni di euro, in aumento di 10 milioni di euro (+0,9%) rispetto al corrispondente valore dei primi nove mesi 2020, per effetto del predetto aumento del margine operativo lordo in parte assorbito dai maggiori ammortamenti e svalutazioni (-36 milioni di euro, pari al 6,4%) dovuti principalmente all”entrata in esercizio di nuovi asset. Gli oneri finanziari netti ammontano a 76 milioni di euro, in riduzione di 24 milioni di euro (-24%) rispetto ai primi nove mesi 2020. Gli investimenti tecnici dei primi nove mesi 2021 ammontano a 866 milioni di euro, in aumento di 104 milioni di euro (+13,6%), rispetto ai primi nove mesi 2020 che hanno risentito dei rallentamenti causati dalla pandemia da COVID-19. Gli investimenti si riferiscono essenzialmente ai settori trasporto (697 milioni di euro; 634 milioni di euro nei primi nove mesi del 2020) e stoccaggio di gas naturale (104 milioni di euro; 91 milioni di euro nei primi nove mesi del 2020). Con riferimento al core business regolato, si conferma il livello del piano investimenti annunciato per il 2021. Il positivo flusso di cassa netto da attività operativa (1.181 milioni di euro) ha risentito dell’assorbimento di cassa generato dall’attività di bilanciamento gas per effetto dei maggiori acquisti di gas effettuati nei mesi di aprile e maggio dovuti a temperature più rigide registrate nel periodo. L’indebitamento finanziario netto, al netto delle variazioni non monetarie e dopo il pagamento agli azionisti del dividendo 2020 (797 milioni di euro3 ), si è attestato a 13.806 milioni di euro, registrando un aumento di 914 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2020. Sulla base dei risultati dei primi nove mesi e delle previsioni per l’intero esercizio 2021, il Consiglio di Amministrazione di Snam ha deliberato la distribuzione agli azionisti di un acconto sul dividendo 2021, pari a 0,1048 euro per azione, con pagamento a partire dal 26 gennaio 2022, con stacco cedola il 24 gennaio e record date 25 gennaio. In linea con il proprio continuo impegno per il contenimento delle emissioni inquinanti e climalteranti e nell’ottica del raggiungimento dell’annunciato obiettivo “net zero” (Scope 1 e 2) al 2040, Snam ha stabilito nuovi target di riduzione delle proprie emissioni di metano rispetto a quelli precedentemente comunicati.L’obiettivo della società, grazie in particolare ai continui investimenti in nuove tecnologie LDAR (Leak Detection and Repair), e” di ridurre le emissioni di metano del 55% al 2025 su base 2015 (rispetto al precedente target di -45%). Questo nuovo obiettivo è più ambizioso rispetto al target raccomandato dalla Oil and Gas Methane Partnership (OGMP) 2.0 per il 2025. Snam ha inoltre ottenuto il Gold Standard da UNEP (Environment Programme delle Nazioni Unite) relativamente al framework OGMP 2.0 per la completezza della rendicontazione delle proprie emissioni di metano e i target di riduzione. Il protocollo fornisce ai governi e al pubblico la garanzia che le emissioni di metano sono gestite in modo responsabile, dimostrando che l’azienda utilizza un percorso credibile ed esplicito, con progressi rispetto agli obiettivi dichiarati di contenimento emissivo attraverso trasparenza, flessibilità, collaborazione e condivisione delle best practices. Oltre a conseguire il massimo riconoscimento, la società ha ricevuto una menzione speciale per l’impegno nel coinvolgere le proprie consociate a raggiungere i più elevati standard di reportistica, collaborando alla predisposizione dei piani di dettaglio volti a conseguire il Gold Standard anche per tali aziende.

Le azioni Snam prima dell’apertura sono in leggero rialzo rispetto alla chiusura della seduta precedente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *