Eni azioni: ok Antitrust acquisizione FinPro da parte di Versalis

Eni azioni: ok Antitrust acquisizione FinPro da parte di Versalis

L’Antitrust ha dato il via libera all’acquisizione da parte di Versalis, e quindi del gruppo Eni, del controllo esclusivo di FinPro, mediante l’esercizio dell’Opzione di Acquisto della partecipazione detenuta da Team. L’esercizio dell’Opzione di Acquisto da parte Versalis, si legge nel bollettino settimanale dell’Authority, comporterà l’acquisizione del 100% del capitale sociale, e pertanto il controllo esclusivo, di Finproject. Finproject (FinPro) è la società posta a capo di un gruppo di imprese che opera a livello globale nella produzione di compound a base di PVC e a base di polietilene (in quest’ultimo caso destinati alla produzione di fili, cavi, tubi, raccordi ed altre applicazioni specifiche), nonché nella produzione, commercializzazione e stampaggio di materiale plastico espanso a celle reticolate per il settore calzaturiero e della moda (oltre che per altri settori industriali quali l’automotive, il wellness, l’interior design e la sicurezza) e nella progettazione e produzione di stampi utilizzati per lo stampaggio ad iniezione di materie plastiche.

Eni procede “meglio del previsto” su target clima per 2030

Eni  procede meglio del previsto sul raggiungimento di una serie di target fissati per arrivare a zero emissioni nette.

Lo ha dichiarato Lapo Pistelli, direttore degli affari pubblici del gruppo.

Durante un webinar, Pistelli ha ricordato che Eni si era impegnata in precedenza a raggiungere zero emissioni nette di Co2 da Scope 1 e Scope 2 entro il 2030.

“Stiamo facendo meglio rispetto a quella data”, ha detto.

Stefano Goberti nuovo CEO di Eni Gas e Luce

Eni ha annunciato venerdi scorso di aver nominato Stefano Goberti come amministratore delegato di  Gas e Luce e Rita Marino Presidente. Goberti ha ricoperto vari ruoli all`interno del gruppo ENI e guiderà la nuova società che integra le attività retail gas&power di Eni e la produzione di energia da fonti rinnovabili e che punta alla quotazione azionaria nel corso del 2022. Strategia, obiettivi e nome della nuova società saranno comunicati al mercato al Capital Market Day in il prossimo 22 novembre.
Sempre nella nota ENI ha fatto sapere che Alberto Chiarini (ex AD di Eni gas e luce) dirigerà il progetto `Building a Sustainable Mobility` di Eni, con l`obiettivo di sviluppare e valorizzare la produzione e lacommercializzazione dei prodotti e servizi low carbon per la mobilità sostenibile.

Descalzi incontra presidente Mozambico Nyusi

-L’amministratore delegato di Eni Claudio Descalzi ha incontrato il presidente della Repubblica del Mozambico, Filipe Nyusi. All’incontro ha partecipato anche il ministro delle Risorse Minerarie e dell’Energia Max Tonela. Descalzi, si legge in una nota, ha aggiornato il presidente Nyusi sul progetto Coral South guidato da Eni, che metterà in produzione le risorse di gas del Paese. Il progetto è sulla buona strada e il Coral Sul FLNG, in fase di finalizzazione in Corea del Sud, è destinato a diventare il primo FLNG ultra profondo al mondo e il primo produttore di GNL in Mozambico. Coral South – un progetto miliare per l’industria – proietterà il Mozambico sulla scena globale del GNL, aprendo la strada a un cambiamento trasformativo del Paese attraverso lo sviluppo delle risorse di gas, una delle soluzioni più efficaci per gestire la transizione energetica. Descalzi e Nyusi hanno discusso anche le opportunità nella filiera agro-industriale, centrate sulla valorizzazione dei rifiuti agricoli e sulla coltivazione di piante oleaginose che non impattino la produzione alimentare. Queste verrebbero convertite in biocarburanti premium, grazie alla tecnologia proprietaria utilizzata nelle bioraffinerie di Eni. Le iniziative assicurerebbero la creazione di nuovi posti di lavoro e darebbero agli agricoltori un accesso diretto al mercato. Infine, Descalzi ha aggiornato il Presidente Nyusi sullo stato delle iniziative di Eni in ambito Forestry nel Paese, inclusa la valutazione REDD+ per proteggere e conservare le foreste su una superficie di oltre 3 milioni di ettari nella grande area di conservazione transfrontaliera del Limpopo, in Mozambico, che Eni ha avviato ad agosto 2021. Attraverso questo progetto REDD+ Eni sarà in grado di raggiungere progressivamente le emissioni Net Zero Scope 1 e 2 per la sua quota di equity nei progetti Upstream mozambicani e potenzialmente fornire al progetto Coral South i crediti di carbonio necessari per raggiungere la neutralità carbonica. I progetti REDD+ hanno un impatto significativo in termini di benefici per la comunità e di protezione della biodiversità, oltre che di riduzione delle emissioni di gas serra.

Raccomandazione neutrale sulle azioni eni, riteniamo che i prezzi attuali del gas e del petrolio siano troppo alti in una fase di ripresa economica ancora fragile, con il calo dei prezzi dell’energia che ci attendiamo potrebbe finire anche la crescita del prezzo delle azioni del settore. Prezzo obiettivo per eni 11 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *