Saipem azioni: arriva la robotica-green

Saipem azioni: arriva la robotica-green

Saipem con ordini attesi per 3 miliardi di euro nel triennio 2022-25, è la business unit Infrastrutture sostenibili una delle novità più consistenti del nuovo piano strategico, il primo firmato dall’ad Francesco Caio. Ma la primizia assoluta, sfuggita anche al radar delle anticipazioni di mercato, è la business unit Robotics, Digital and Industrialized solutions, che Caio ha voluto per intercettare un segmento di domanda del tutto nuovo. Ben 155 ingegneri sono stati destinati a sviluppare e seguire un ventaglio di progetti che va dai moduli galleggianti per impianti eolici offhsore, ai pacchetti per l’idrogeno verde, completi di elettrolizzatore e impianto rinnovabile, passando per i pannelli solari ad alta concentrazione, gli impianti per il riciclo della plastica e quelli per la cattura della co , pensati per i settori cosiddetti hard-to-abate, i grandi energivori più in difficoltà ad allinearsi con gli obiettivi di riduzione delle emissioni. Ci sono anche le prime stime sul valore dei progetti che saranno offerti dalla nuova business unit. La forchetta è molto ampia: si va dai 30 milioni di euro di un mini-pacchetto idrogeno agli 1,5 miliardi di euro di una piattaforma galleggiante per un parco eolico offshore da 450 Mw. La robotica in realtà appare solo associata alle attività sottomarine, ma vale circa 100 milioni di ricavi aggiuntivi già nell’attuale configurazione del gruppo. Altri 200 milioni sono riferiti al fatturato delle attività di servizio. In generale, il piano Saipem arriva in un momento di ripresa degli investimenti nel settore energetico anche tradizionale. Il nuovo modello di business prevede altre due aree di business: Asset – vessels, fabrication e drilling, che Caio ha fatto tornare a pieno titolo tra le attività core, ed Energy carriers. Il tutto accompagnato da un piano di efficientamento, con un taglio dei costi per 300 milioni di euro senza licenziamenti, nonostante la progressiva chiusura di 3 cantieri, 14 uffici esteri non strategici, la dismissione di 5 navi e la razionalizzazione di 3 hub di ingegneria. Il piano ha raccolto il gradimento di Exane, Intesa Sanpaolo, Kepler Cheuvreux e Mediobanca Securities.

Le azioni Saipem nel pre market di piazza affari sono invariate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *