Grifal azioni – Intesa SP alza le stime 2021-2023, buy confermato e tp salito a 5,3 euro

Grifal azioni – Intesa SP alza le stime 2021-2023, buy confermato e tp salito a 5,3 euro

In seguito ai risultati del primo semestre 2021, Banca Intesa Sanpaolo ha confermato la raccomandazione ‘buy’ su Grifal e alzato il target price da 4,5 euro a 5,3 euro, pari a un potenziale upside di oltre il 30% rispetto alle quotazioni attuali.

La banca sottolinea come il potenziale di lungo periodo della societa’ rimanga intatto dati l’ offerta di prodotti innovativi, il suo vantaggio competitivo difficile da replicare e un ampio mercato in rapida crescita con un incremento della domanda di packaging sostenibile.

Nel primo semestre 2021, Grifal ha registrato risultati superiori alle attese degli analisti, con ricavi in crescita del 58% (+38% a livello organico) e l’ incidenza di cArtu’ salita al 21% del fatturato complessivo, mentre l’ Ebitda margin e’ balzato al 10,5% (2,9% nel 1H20).

L’ order intake è aumentato a 13,7 milioni, segnando un +75% rispetto al primo semestre 2020 e un +45% rispetto al primo semestre 2019, lasciando fiduciosi su un’ulteriore crescita nei prossimi mesi.

Per il secondo semestre e per il biennio 2022-2023, Banca Intesa prevede un’ ulteriore accelerazione dei risultati, trainati dall’ aumento della capacità produttiva e da un miglioramento del product mix.

In particolare, il broker vede spazio per una forte crescita nei prossimi mesi sia a livello di ricavi che di Ebitda, anche grazie alle due recenti acquisizioni, il contributo dello stabilimento in Romania e un miglior mix prodotto grazie al successo di c’ Artu’.

Di conseguenza, la banca ha alzato le stime 2021 prevedendo ricavi in crescita del 73% a 29,1 milioni (26 milioni la precedente indicazione) e un Ebitda in aumento a 3,3 milioni (2,8 milioni la precedente indicazione) nonostante l’ incremento dei costi per materie prime e traporti.

Nel complesso, le stime 2021-2023 sono state migliorate in media del 19% sui ricavi e del 17% a livello di Ebitda, con la previsione che il Gruppo raggiunga nel 2023 i 49,9 milioni di fatturato (40,3 milioni la precedente indicazione) e un Ebitda di 7,5 milioni (5,9 milioni la precedente indicazione), pari a un Ebitda margin del 16,4% (atteso a 11,5% nel 2021).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *