Aggiornamenti rating titoli in borsa 24 novembre 2021: tim, Generali Assicurazioni, Eni, Buzzi Unicem,oil,Leonardo/Fincantieri, Prysmian.

Aggiornamenti rating titoli in borsa 24 novembre 2021: tim, Generali Assicurazioni, Eni, Buzzi Unicem,oil,Leonardo/Fincantieri, Prysmian.

Tim

 

Mediobanca Securities conferma rating neutral sulle azioni Tim (Tp a 0,44 euro). Gli esperti ricordano che il Cda del gruppo è composto da 15 membri: 10 nominati dalla lista del consiglio uscente, inclusi il presidente (rappresentante di Cdp) e il Ceo (rappresentante di Vivendi), 5 amministratori indipendenti nominati dalla lista dei gestori di fondi & sicav. MB segnala che sembra necessaria una maggioranza semplice per il via libera all’offerta di Kkr in consiglio, mentre in assemblea occorre il sostegno di due terzi del capitale. MB inoltre ricorda ancora come l’offerta di Kkr confermi l’appetito dei fondi di private equity per il settore delle telecomunicazioni, e non solo per le loro infrastrutture.

 

Banca Akros conferma rating buy e tp di 0,51 euro sul titolo Tim. Gli esperti credono che il profilo di rischio/rendimento dell’investimento in Tim resti, in questo contesto, favorevole e supportato anche da una valutazione fondamentale che giù punta a oltre i 50 centesimi.

Generali Assicurazioni

Banca Akros ribadisce il rating accumulate e il prezzo obiettivo a 19,5 euro sulle azioni Generali Assicurazioni dopo le indiscrezioni di stampa secondo cui la società avrebbe avviato contatti preliminari con Credit Agricole per l`acquisto di La Medicale, compagnia assicurativa specializzata nell`offerta di prodotti sanitari assicurativi ai professionisti. La notizia, che deve essere confermata è “neutra”, commentano gli analisti. Gli esperti, che restano in attesa della presentaizone del nuovo business plan, in agenda per il 15 dicembre, evidenziano comunque che la società punta a migliorare la propria presenza nei rami Danni e Malattia europei oltre che nell’asset management e che il gruppo ha circa 1 mld euro da investire in M&A.

 

Intesa Sanpaolo ribadisce il rating add e il prezzo obiettivo a 19,1 euro sul titolo Generali Assicurazioni dopo le indiscrezioni di stampa secondo cui la società avrebbe avviato contatti preliminari con Credit Agricole per l`acquisto di La Medicale, compagnia assicurativa specializzata nell`offerta di prodotti sanitari assicurativi ai professionisti. Secondo la stampa, la valutazione si aggirerebbe intorno ai 400 mln. Gli analisti evidenziano che, mella recente conference call sui risultati del terzo trimestre, il Cfo del gruppo Borean ha dichiarato che il gruppo ha ancora 1 mld euro di liquidità disponibile per il reimpiego del capitale, incluse potenziali operazioni di M&A.

Eni

Intesa Sanpaolo ribadisce il rating add e il prezzo obiettivo a 14,5 euro sulle azioni Eni dopo il Capital Markets Day sulle attività Retail & Renewables. La nuova società Plenitude “mira a una solida crescita nella generazione di energia rinnovabile e nell’espansione delle infrastrutture di mobilità elettrica come piattaforma integrata con le attività di retail”, evidenziano gli analisti sottolineando che Eni manterrà la quota di maggioranza.

 

Buzzi Unicem

Banca Akros ribadisce il rating buy e il prezzo obiettivo a 28 euro sulle azioni Buzzi Unicem dopo che ieri la società ha reso noto che Presa Spa, controllata da Fimedi Spa, ha acquistato 100.000 azioni Buzzi Unicem. Gli analisti evidenziano che il gruppo “tratta a multipli poco impegnativi ed è molto solida dal punto di vista finanziario”.

 

oil

Sotto la lente degli analisti Equita Sim il comparto oil e oil service dopo che l’amministrazione US ha annunciato che rilascerà fino a 50 mn bbl di greggio dalla sua Riserva Petrolifera Strategica (SPR) nei `prossimi mesi` nel tentativo di abbassare i prezzi dei carburanti. La manovra farebbe parte di una politica coordinata con Cina, India, Corea del Sud, Giappone e UK. I ministri dell`Opec+ si riuniranno il 2 dicembre per fissare le quote di greggio di gennaio, sottolineano gli esperti. Per Equita “il rilascio delle riserve strategiche non avrà un impatto duraturo sui prezzi, poiché non è una fonte di approvvigionamento sostenibile e l`effetto di tale intervento sul mercato sarebbe solo temporaneo e limitato – il rilascio annunciato è solo il 50% di un giorno di consumo globale di petrolio”. Gli analisti indicano come titoli favoriti nel settore Eni fra le integrate e Tenaris nel segmento dei servizi.

Leonardo/FincantieriP

Equita Sim ribadisce il rating buy sulle azioni Leonardo  tp a 8,8 euro e la raccomandazione hold sulle azioni Fincantieri  tp a 0,78 euro con la stampa che è tornata sull`argomento della cessione di Oto Melara e WASS da parte di Leonardo. Oggi pomeriggio è previsto un incontro tra i ministri coinvolti finalizzato ad individuare una posizione ufficiale del governo sull`operazione Oto Melara/WASS, segnalano gli analisti, sottolineando che, secondo la stampa, il governo punterebbe ad una partnership tra Fincantieri, KNDS e Iveco Defence Vehicles per rilevare le due società di Leonardo. Per Fincantieri intanto “continuano i rumors di aumento di capitale che in caso di acquisizione di Oto Melara e WASS riteniamo essere lo scenario più probabile”, evidenzia Equita, secondo cui “l`incertezza legata all`aumento di capitale potrebbe continuare a pesare sul titolo anche in considerazione del potenziale overhang in caso di conferme sulla dimensione dell`operazione”.

Prysmian

Mediobanca Securities conferma rating outperform e tp di 37 euro sulle azioni Prysmian il Sustainability day dell’azienda. Gli esperti segnalano che l’evento conferma che il gruppo gioca un ruolo importante nella transizione energetica e digitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *